Sandulli: “Calciopoli? Non avrei assegnato lo scudetto all’Inter”

0
5785

Piero Sandulli, Presidente della Corte Sportiva d’Appello Nazionale della FIGC, ai microfoni di Fuori di Juve in onda su Radio Bianconera, ha parlato di diversi temi, tra cui la controversa vicenda Calciopoli, che ha visto principalmente l’ex dg Luciano Moggi pagare per tutti.

All’epoca, Sandulli, presidente della Corte Federale, aveva affermato che non ci furono illeciti. Alla domanda se la Juve abbia pagato un po’ troppo rispetto ad altre società, vista anche la pratica dell’Inter caduta in prescrizione, Sandulli ha replicato:

“I giudici prendono atto ed esaminano ciò che viene portato sui loro tavoli. Ci fu un tentato illecito, ma che fosse arrivato a conclusione non è stato accertato. Che ci fossero abitudini insane è fuori di dubbio, ma non è provato che queste avessero alterato i risultati”.

In merito alla pena eccessiva della retrocessione in Serie B della Juve, Sandulli ha commentato: “La pena fu rivista rispetto a quella del Giudice di primo grado, ma ne erano consapevoli anche i dirigenti del club. Io non avrei assegnato lo scudetto all’Inter terza classificata, non aveva vinto nulla. Era bene che ci fosse un buco per ricordare quelle anomalie”.

Sui possibili risvolti per la Juventus per il caso Suarez, Sandulli ha commentato: “Dal punto di vista della giustizia sportiva non ci sono alterazioni perché il calciatore non è stato tesserato, quindi allo stato attuale il club non rischia nulla“.