Torna in scena Stefano Palazzi: Il procuratore di Calciopoli e primo accusatore di Moggi, nominato Giudice Sportivo

0
4042

La FIGC attraverso un comunicato ufficiale, ha resi noti gli organi della Giustizia Sportiva a livello nazionale, che entreranno in carica dal 1 luglio.

Nelle pieghe più nascoste del comunicato di fine lavori spunta anche il nome di Stefano Palazzi, il procuratore che ha legato il suo nome ai deferimenti da cui nel 2006 scaturirono le condanne di Calciopoli.

Ebbene Stefano Palazzi torna in campo col ruolo di Giudice Sportivo.

Tornando al passato del neo giudice sportivo Palazzi, all’epoca di Calciopoli il magistrato napoletano era procuratore federale e fu proprio lui, dopo aver ricevuto gli atti relativi alla prima parte dell’inchiesta dal capo dell’Ufficio Indagini della FIGC Francesco Saverio Borrelli, a deferire il 22 giugno 2006 alla CAF – davanti alla quale si svolse poi il processo sportivo di primo grado – Juventus, Fiorentina, Lazio e Milan e 26 tra dirigenti, arbitri ed assistenti di gara, con i pesantissimi capi di accusa che generarono le ben note conseguenze, retrocessione bianconera in primis e che chiese la radiazione di Moggi.

Queste le parole del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli dopo l’investitura di Palazzi a giudice sportivo: «Sono felice per la meritata ‘promozione’ del notaio Marino, è un grande onore per la Lega Pro. Così come la nomina del dottor Palazzi, con la sua professionalità ed esperienza, è un segnale inequivocabile della crescente reputazione della nostra Lega».