Gasperini: “Preferisco giocare peggio di loro e vincerla”

0
2363

L’allenatore Gian Piero Gasperini nel corso della consueta conferenza stampa della vigilia ha commentato l’attesa sfida di campionato contro la Juventus, una gara importante ma non decisiva secondo il tecnico:

Non è uno spareggio, lo sarà quello in Coppa Italia, lì dovrà esserci un vincitore per forza. In campionato è una gara importante ma poi ne mancano 7, i punti ora pesano sempre di più ma non è una partita definitiva“.

“All’andata è stata una partita equilibrata e il risultato  – ha aggiunto il tecnico – e il risultato giusto. Quella sera era una squadra che stava bene, da quella sera l’Atalanta ha migliorato di molto le sue prestazioni“.

Preferisco giocare peggio di loro e vincerla – ha affermato il tecnico -. Quando giochi contro i più forti devi mettere in preventivo di perdere. Devi avere coraggio per vincere contro queste squadre. Se riesci a farle soffrire ti avvicini molto e le dai fastidio”.

Gasperini ha poi commentato la notizia dell’assenza in campo di Cristiano Ronaldo: L’assenza di CR7 è un problema della Juve. Per noi potrà esserci qualche accorgimento diverso, ma vedremo anche chi gioca, ci sono alcuni elementi nella Juve particolarmente temibili”.

Gasperini ha poi aggiunto: Ronaldo e Dybala sono due grandissimi giocatori. Dybala l’ho avuto anche a Palermo, si vedeva che era un predestinato, Ronaldo centra sempre la porta, fa una valangata di gol, calcisticamente è un fenomeno, però Dybala avrei preferito stesse fuori ancora una settimana o due…”.

In merito alla lotta per la qualificazione in Champions, Gasperini ha affermato: Non arrivare in Champions sarebbe un pessimo risultato. Per noi arrivare in Champions per la terza volta di fila sarebbe un traguardo fantastico, per loro è un traguardo minimo“.

Sulle possibilità di un suo futuro alla Juventus, il tecnico ha dichiarato: “Credo che le mie possibilità, se ci sono state, siano passate. L’unico mio pensiero è di superarla in classifica perché in 5 anni siamo arrivati sempre davanti a tutte le squadre ma non siamo mai riusciti ad arrivare davanti alla Juve. Quest’anno sarà difficile perché la considero fortissima, forse anche più forte dell’Inter, riuscire a passarle davanti sarebbe una delle cose che ci manca”.