Moggi: “Agnelli, Paratici e Nedved hanno avuto i soldi, io non ho mai avuto neanche una lira…”

0
2967

Nel corso della trasmissione Cose di Calcio in onda su Radio Bianconera, l’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, ha commentato la situazione dei bianconeri, in questo periodo bersagliati da numerose critiche a causa della stagione ritenuta deludente da molti.

“Credo che la Juventus debba tapparsi le orecchie e non ascoltare quello che arriva da fuori. Ad Agnelli, Paratici e Nedved non penso che si possa rimproverare niente, hanno vinto 9 scudetti di seguito”, ha dichiarato Moggi.

“Va anche detto che loro hanno avuto i soldi e io non ho mai avuto neanche una lira – ha aggiunto Moggi -. “Soldi spesi bene? Adesso c’è il covid che ha turbato l’ambiente, alle squadre manca il botteghino da diverso tempo, ciò significa che c’è sofferenza in tutte le società di calcio”.

“Con Chiesa, Kulusevski, Rovella, io credo che la Juventus abbia già in squadra i migliori giocatori che giocano in Italia. Tranne Barella, la Juve ha preso tutti i migliori in circolazione, ha affermato Moggi, che ha poi così commentato le voci del possibile scambio Dybala-Icardi: “Sarebbe una pazzia. Io credo che Dybala dell’anno scorso fosse il Ronaldo della situazione”.

Ronaldo resta in virtù di un contratto che nessuno gli può garantire. La sua parte la sta facendo, il problema è che CR7 fa convergere su di lui tutto il gioco della Juventus e quando il gioco della squadra verte su un giocatore solo è un problema”, ha concluso Moggi.