Juve, Chirico fa da scudo a Ronaldo e sbugiarda Allegri

0
729

Nuovo editoriale sulle colonne di calciomercato.com del giornalista di fede bianconera, Marcello Chirico.

Il noto opinionista torna prima di tutto sul caso Ronaldo

Mi interessa poco, anzi nulla, se domenica Ronaldo ha lanciato a terra la maglia o l’ha lanciata al raccattapalle. Così come trovo stucchevoli i rimproveri fatti continuamente a Cr7″, riferisce in premessa Chirico.

Personalmente penso che Ronaldo abbia ragione. Potrà anche essere antipatico ed egocentrico, ma a me di questo non importa un fico. Anzi, fa bene ad arrabbiarsi, e lo capisco. Perché anche io ero arrabbiato dopo il falso 3-1 contro il Genoa”, sentenzia Chirico.

E ancora, tuona il giornalista: “Troppi difetti ha nascosto quel risultato. Troppa mediocrità di una rosa sopravvalutata, che non ha permesso a Pirlo di risolvere alcun problema”.

Secondo il giornalista è “ovvio che uno perfezionista come Ronaldo perda la testa se vede una squadra incapace di migliorare. Ronaldo il suo lo ha fatto, segnando a ripetizione ed è inutile che si dica che è stato preso per vincere la Champions League e contro il Porto “ha fatto flanella”. Perché se lui ha fatto flanella, gli altri che cosa hanno fatto? E ricordo, inoltre, che negli ottavi ci sono stati negati due clamorosi rigori”.

Ma non è ancora finita: “E non dimentichiamoci della prestazione dell’anno scorso contro il Lione e di quello prima con l’Ajax e la tripletta che ribaltò l’Atletico Madrid. Non è colpa di Ronaldo se gli addetti ai lavori hanno la memoria corta”.

Chirico riserva l’ultima parte del suo editoriale per commentare le rivelazioni (proposte da Repubblica) dell’addio di Allegri alla Juve e sul presunto consiglio che il tecnico toscano avrebbe dato ad Andrea Agnelli sul conto di Ronaldo:

La questione del consiglio di Allegri alla Juve al momento dell’addio, non può non portarmi a ricordare come l’anno dopo vincemmo il campionato grazie ai gol di Ronaldo e Dybala e che, anche quest’anno, senza i gol del portoghese non staremmo nemmeno lottando per la qualificazione alla Champions League”.

E poi, spiegatemi di che giocatore Ronaldo starebbe bloccando la crescita. Dove sono i potenziali fuoriclasse? Non ce ne sono. A parte i senatori sulla via del tramonto, Chiesa, Dybala, deLigt e Cuadrato vedo solo tanta mediocrità”.

Se davvero, e concedetemi il beneficio del dubbio, Allegri avesse consigliato questo al presidente, allora sarebbe meglio restasse a Livorno”.