Trezeguet: “Io e Del Piero insieme alla Juventus? Perché no! Mai nessuno dimenticherà il legame di Alex con i bianconeri”

0
1970

Il neo direttore sportivo, David Trezeguet ha parlato a gianlucadimarzio.com.

Si parte da un tuffo nel passato: “Del Piero per me è stato un punto di riferimento, è stato bellissimo condividere con lui dieci anni di Juve”, le prime parole di «Trezegol».

Alex è stato un professionista serio e giocatore unico: in campo ci capivamo in un attimo, ma anche fuori avevamo una grande intesa – Condividevamo dei momenti, guardavamo insieme le partite. Se c’è sintonia fuori dal campo, quando si gioca diventa tutto più semplice”.

Lavorare nella Juventus insieme ad Alex? Perché no! Lo spero. Lui si sta preparando per diventare allenatore e ha dimostrato le sue qualità, mai nessuno dimenticherà il suo legame con i bianconeri”.

Trezeguet non se la sente di condannare la stagione della Juve alla guida di Pirlo: “E’ umano sbagliare un campionato dopo nove scudetti consecutivi. Il gruppo è unito, mancano identità e continuità; spesso abbiamo assistito a cali fisici, mentali e tecnici”.

“Cambiando sia l’allenatore che alcuni giocatori è normale che si abbia questo effetto, ma ormai la stagione è quasi finita ed è evidente che manchi qualcosa. Per me la Juve deve andare avanti con Pirlo, per dare un senso a questa stagione e un’idea di continuità”.

L’ex bomber fa notare infine che “alla Juve invece è mancato Dybala, e Ronaldo da solo non può bastare”.