La dura critica della sorella di Ronaldo: “Siete un paese triste con dei media manipolativi e ciechi”

0
515

Il gol non convalidato a Cristiano Ronaldo nel corso di Serbia–Portogallo, ha suscitato non poche polemiche per via del clamoroso errore commesso dall’arbitro Makkelie. Inevitabile l’esplosione di rabbia di Ronaldo, che a seguito delle sue infruttuose proteste, ha abbandonato il campo e lanciato a terra la fascia di capitano.

Un’immensa e bruciante amarezza per Cristiano Ronaldo, che si è speso incessantemente in campo alla ricerca di quel terzo gol che avrebbe garantito la vittoria ai portoghesi.

Una delusione manifestata anche dalla sorella di Ronaldo, Katia Aveiro, che sul suo profilo Instagram ha elogiato il campione portoghese e rivolto una critica a quanti in queste ore hanno attaccato CR7, a causa della sua sfuriata:

Cristiano è un simbolo nazionale e il Portogallo ha subìto un furto scandaloso. Cristiano ha segnato un gol regolare che ci avrebbe regalato la vittoria all’ultimo minuto e ha dato inizio alla sua e alla nostra ribellione. Ha immediatamente protestato, indicando che la palla era entrata di 30 centimetri, è andato dall’arbitro, e a fine partita e si è incamminato verso il tunnel. Lo ha fatto perché la rabbia gli era entrata nell’anima. Ha sempre difeso la sua patria con le unghie e con i denti. Tuttavia, pur essendo tutti disgustati da quanto accaduto, in tv alcuni commentatori osano criticare il comportamento di Cristiano. Che stupidità. Siete un paese triste che continua ad avere dei media manipolativi e ciechi. Ad alcuni è consentito fare tutto, ad altri non è permesso niente! Bravo Cristiano per la tua indignazione in difesa del Portogallo!”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Katia Aveiro (@katiaaveirooficial)