Juve, l’accusa di Marcello Chirico: “Agnelli ha commesso stesso errore già compiuto 11 anni prima dal cugino John Elkann”

0
1052

Marcello Chirico, giornalista di conclamata fede bianconera cerca di trovare le radici della negativa annata bianconera partendo da un dato di fatto:

Nove scudetti di fila rappresentano da soli un inconfutabile attestato di bravura […] Da quando esistono i campionati di calcio con la formula del girone unico nessuno è riuscito a realizzare un’impresa del genere, infatti è un record da guinness dei primati”.

Tuttavia secondo Chirico non ci si può crogiolare negli allori. In qualsiasi azienda, compresa la Juventus”, e dunque “anche alla Juve i manager vengono valutati sui risultati”.

Andrea Agnelli aveva tra le mani una macchina pressoché perfetta e ha permesso ai suoi sottoposti di smontarla pezzo per pezzo, fino a distruggerla”.

Il giornalista de Il Bianconero parla anche di presunzione di Agnelli: “il pensare di poter affidare la Juventus ad un neofita come Pirlo Un errore già commesso 11 anni prima dal cugino John, con Ciro Ferrara, ma Andrea ha voluto riprovarci lo stesso, ritenendosi magari più bravo, più intuitivo e magico. La storia invece si sta ripetendo”.

Chirico non risparmia neppure Paratici e Nedved: “Dopo il divorzio con Marotta  è stata interamente affidata la gestione dell’intero settore sportivo bianconero. Sono stati loro ad aver spinto per la sostituzione di Allegri con l’ex bancario Sarri”.

Paratici & Nedved hanno smantellato l’intera mediana della squadra, ritenendo sostituibili Pjanic – Matuidi – Khedira con Rabiot-Ramsey- Bentancur e Arthur, ma il cambio non si sta dimostrando all’altezza.

E ancora:Hanno provato a prendere Suarez, ficcandosi dentro un casino mai visto che li ha poi costretti a virare sul prestito di Morata. Hanno rinunciato ad Haaland (pronto a firmare) preferendo investire su Kulusevski”.