Bellinazzo (Il Sole 24 Ore): “Situazione economica Juve preoccupante. È arrivato il momento di vendere Ronaldo”

0
2308

L’eliminazione della Juventus dalla Champions League, pone interrogativi sulla solidità finanziaria della Juventus anche alla luce di quanto emerso nella  Relazione Finanziara Semestrale al 31 dicembre 2020 che ha fatto registrare una perdita di 113,7 milioni.

L’uscita dei bianconeri dalla massima competizione europea farà registrare subito un ammanco di circa dieci milioni di euro.

A spiegare le dinamiche economiche che si evolveranno in casa bianconera è stato Marco Bellinazzo, responsabile Sport&Business de Il Sole 24 Ore.

Bellinazzo, intervistato da Tuttojuve ha premesso che in seguito alla pandemia “i ricavi  dei club si stanno assottigliando, per una cifra intorno ai 6 miliardi” e che di conseguenza “l’arma più semplice è la riduzione dei costi, legati agli ammortamenti e agli ingaggi”. 

Detto questo, secondo il giornalista “in casa Juve la situazione preoccupante e in parte attesa perché al disavanzo strutturale si aggiungono gli effetti della pandemia. In un grande club come la Juve, i danni del lockdown sono maggiori rispetto ad altri perché è in atto un processo di investimenti come l’acquisto di Ronaldo. Costi elevati nell’immediato, con la prospettiva di ricavi a medio e lungo termine. Il Covid ha rallentato questo percorso”.

Bellinazzo è assolutamente convinto che  per la Juve è arrivato il momento di vendere Cristiano Ronaldo “a prescindere da quanto verrebbe incassato con la sua cessione (in bilancio risulta ancora per 29 milioni), la cosa più importante sarebbe il risparmio di circa 60 milioni dell’ultimo anno di stipendio. Un’unica operazione consentirebbe alla Juve di ridurre il monte ingaggi totale del 10/15%”,

Sul futuro:Io credo che la società bianconera farà operazioni di prospettiva, alla De Ligt. Il costo del cartellino sarebbe elevato, ma l’ingaggio non sarebbe nemmeno paragonabile a quello di di Cr7″.