L’attacco di Mirabelli: “Ibra a Sanremo? Messaggio sbagliatissimo, roba da scapoli e ammogliati”

0
39

Periodo complicato per il Milan di Stefano Pioli, a causa di una serie di passi falsi che rischiano di compromettere il suo percorso in campionato.

Amarissima la sconfitta nel derby contro l’Inter di Antonio Conte, che ha strapazzato i rossoneri portandosi a casa una vittoria per 3-0, e ancor prima quella contro lo Spezia per 2-0.

A tenere banco anche le polemiche sulla partecipazione dell’attaccante Zlatan Ibrahimovic al Festival di Sanremo, in programma dal 2 al 6 marzo, a causa della quale lo svedese si trasferirà per una settimana in Riviera.

A commentare la vicenda che sta attirando molte critiche ai rossoneri, l’ex direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, che ai microfoni di Radio Sportiva non ha risparmiato una severa critica al club:

“Non so quando siano stati presi gli accordi per questa partecipazione, ma di sicuro il Milan non è un reality show. È una roba da scapoli e ammogliati – ha proseguito Mirabelli -, un messaggio del tutto sbagliato all’interno di una squadra. Questa vicenda, insieme alla querelle sui rinnovi, non fa bene al gruppo rossonero. Sono tutte distrazioni che alla fine possono ripercuotersi sulla squadra e c’è il rischio di pagarle a caro prezzo durante una stagione”.

In merito alle indiscrezioni rimbalzate nelle scorse ore su un accordo raggiunto tra il portiere Gigio Donnarumma e il Manchester United, Mirabelli ha commentato: “I tempi sono stati sbagliati. Oggi sia lui che Calhanoglu possono firmare con chiunque a parametro zero. Se arriveranno i rinnovi, il Milan dovrà pagare dazio“.