Gattuso non ci sta: “Perché dovrei dimettermi? Io non mi dimetto, sto qua”

0
171

Momento delicato per il Napoli, reduce dalla vittoria 4-2 in Coppa Italia contro lo Spezia, che riporta un po’ di serenità nello spogliatoio azzurro, ma non spazza via le insistenti voci di un possibile avvicendamento in panchina.

Ad allontanare le voci di dimissioni, l’allenatore del Napoli, Rino Gattuso, che nel corso della conferenza stampa post partita di Coppa Italia ha dichiarato:

Troppe critiche per un Napoli avanti su tre fronti? Che devo dire. C’è poco da rispondere, se lo faccio come vorrei io, divento arrogante

Quando si parla di Gattuso, sento sempre dire che mi devo dimettere. Perché questa domanda viene fatta solo a me? Perché dovrei? Ho fatto cose importanti. Io non mi dimetto, sto qua. So fare il mio lavoro, penso di essere abbastanza bravo e la squadra mi segue. Vengo giudicato come tutti gli altri e non ho problemi, ma mi da fastidio che mi dicano che debba dimettermi.

Perché agli altri allenatori non lo dicono mai? – ha continuato Gattuso -. Al Milan era un’altra roba, ho fatto 68 punti, era finito l’anno, c’erano obiettivi diversi e sono andato via. Io ho dei figli e devo portare rispetto a loro. Io e il mio staff lavoriamo 18 ore al giorno e buttiamo il sangue.

Chi mi deve giudicare può farlo, ma non voglio sentire la parola dimissioni, è irrispettosa per mia moglie, mio padre che guadagna mille euro a mese, mia mamma e tutte le persone che lavorano con me”, ha concluso Gattuso.