Balotelli al Monza, Galliani: “Ultima chance, lo marcherò stretto”

0
173

Adriano Galliani, attuale Amministratore Delegato del Monza nel corso di un’intervista a Radio Sportiva, ha commentato la notizia dell’arrivo di Mario Balotelli nel club brianzolo.

Le parole di Galliani:

“L’idea è nata dall’esigenza di trovare una prima punta, dopo l’infortunio di Finotto. Mino Raiola mi ha chiesto ‘Perché non prendi Mario? Lui resterebbe volentieri in Italia’. E così in un giorno abbiamo chiuso la trattativa”.

Un accordo raggiunto anche grazie al determinante richiamo dello stesso Galliani e Berlusconi, come confermato dallo stesso dirigente:

“Siamo gli stessi del Milan di qualche anno fa, ci sono anche Brocchi e Boateng, è un mondo che lui conosce benissimo. È tornato a casa. Ieri ci siamo incontrati a casa mia per concludere l’operazione. Abbiamo un ottimo rapporto.

Speriamo sia ben motivato. Io lo marcherò ad uomo. Gli ho detto, un po’ rimproverandolo ‘Caro Mario, tu con i tuoi mezzi tecnici potevi diventare uno dei più grandi al mondo, non lo sei diventato per la tua testa. Cerca di capire cosa devi fare, per il Monza sono solo 6 mesi, per te è la tua carriera’. Lui mi ha garantito e promesso che farà bene. Io me lo auguro, gli voglio bene e so che può essere ancora un giocatore straordinario, se lo vorrà.

Se fallisce a Monza con tutto questo gruppo di persone che ben conosce, è difficile che gli si ripresenti un’altra chance così. L’ho visto con un paio di chili in più, comunque fisicamente è incredibile, lo conoscete”.

Alla domanda se Balotelli resterebbe al Monza in caso di promozione in A, Galliani ha commentato:

“Sicuramente. Abbiamo ottimi rapporti con lui e con il suo agente Raiola che ce lo ha portato a parametro zero senza commissioni. Se le cose andranno bene certamente resterà.
Qualche anno fa Raiola poteva portare a 16 anni Donnarumma all’estero, ma decise di fargli firmare un contratto col Milan per tre anni per rispetto del nostro rapporto. Non temo quindi da questo punto di vista”.