Milik diventa un caso: punta i piedi per rimanere al Napoli. Gattuso: “Sa come la pensiamo”

0
232

L’attaccante polacco Arkadiusz Milik, dopo la mancata convocazione per l’amichevole contro il Pescara, ha comunicato al Napoli la sua intenzione di voler rimanere in azzurro fino alla scadenza del suo contratto, previsto a giugno del 2021.

A riportarlo è il giornalista di SkySport, Gianluca Di Marzio:

“Ha dichiarato di non ritenersi sul mercato e di voler restare fino a giugno, dato che non c’è ancora alcun accordo con i club interessati e al momento nessuna delle possibili mete vengono ritenute da lui migliori rispetto al Napoli.

Per questo motivo vorrebbe rimanere e alzare questo muro con la società, che però ha fatto sapere, anche attraverso le parole di Gattuso, che sarà molto complicato per lui trovare spazio in campo, vista la presenza in rosa di tanti centravanti, tra cui due nuovi acquisti come Osimhen e Petagna.

Il Napoli continua a chiedere almeno 35 milioni per la sua cessione, che ora diventa più complicata che mai e rischia di far saltare anche altre trattative del mercato di Serie A.

Milik sarebbe stato l’ideale sostituto di Dzeko alla Roma, ma senza il suo arrivo si bloccherebbe anche l’eventuale partenza del bosniaco alla Juventus, lontanissimo dopo questa presa di posizione del polacco“.

Le parole a SkySport di Gattuso non sembrano però lasciare dubbi circa il futuro del polacco:

“L’anno scorso siamo stati chiari, sia io che la società. Doveva rinnovare ma per sua scelta non l’ha voluto fare e sa come la pensiamo. Se non trova una soluzione abbiamo già preso due attaccanti e non sarà facile per lui“.