Andrea Bosco: “Sarri avrebbe definito la Juve ”inallenabile“ continuando a non capire”

0
164

Il giornalista e scrittore di fede bianconera Andrea Bosco, nel suo consueto editoriale per Tuttojuve parla di mercato a dieci giorni alla ripresa del campionato e a poco più di venti alla chiusura del mercato.

“Ancora non si capisce quale Juve sarà quella di Pirlo. Che dovrà essere un mago per cominciare bene la stagione. […] Il mercato balbetta”.

Andrea Bosco dopo aver preso atto dell’addio (professionale) di Gonzalo Higuain, è costretto invece a certificare che “viceversa chiaro che neppure sotto tortura Maurizio Sarri rinuncerà al suo “toncio” da 26 milioni lordi per un biennio”.

A meno di proposte da parte di qualche club che lo rimettano in pista, ha escluso qualsiasi possibilità di rescindere. Se l’è legata al dito Sarri. Al momento del licenziamento avrebbe definito la Juve ”inallenabile“ . Continuando a non capire”.

Sarri immagino reputi siano stati i giocatori a “farlo fuori“. Magari le troppe sconfitte in campionato. Magari un gioco orrendo. Magari le due coppe malamente perdute. Magari la sberla fatale in Champions contro il Lione. Ma non è quello che ha segnato il suo destino. Ci pensi Sarri e vedrà che riuscirà a rammentare: una certa sera di ottobre”.

In definitiva “alla Juventus servono quattro giocatori. Un terzino destro e lo stanno cercando. Un centrocampista, piace Locatelli, ma pare che il Sassuolo non se ne voglia privare. Poi un centravanti. Cavani non vuole la Juve? Se uno non vuole una società inutile inseguirlo. Sfumato quasi certamente Dzeko (l’infortunio a Zaniolo ha complicato le cose ), ora Suarez è in lotta contro il tempo: esame di italiano e passaporto”.

In conclusione Bosco scommette che prima della fine del mercato spunterà il nome di Icardi per l’attacco bianconero.