Il biografo di Messi: “Con il Barcellona finirà in tribunale. In quel caso City (Inter, Juventus) non si metterebbero in gioco”

0
7067

Da tempo tiene banco la situazione del fuoriclasse Leo Messi, in rotta con il suo Barcellona, e sono molte le ipotesi sul suo futuro, compresa quella molto suggestiva, di un suo possibile approdo all’Inter o alla Juventus.

Intanto è gelo tra l’argentino e il Barça, testimoniato anche dalla sua assenza alla convocazione per i test anti-covid in vista della ripresa degli allenamenti.

E a portare cattive notizie alla Pulce e ai club che aspirano ad accaparrarselo, è LaLiga, che con un comunicato ha confermato l’esistenza di una clausola rescissoria che prevede il pagamento di 700 milioni di euro per poter consentire a Messi di lasciare il Barcellona.

A commentare l’intricata vicenda, anche l’autore del libro sulla vita di Lionel Messi e giornalista di BBC Radio 5 Live, Guillem Balague, che su Twitter ha scritto:

“Nuovi colpi di scena nella storia.
Messi pensa di non essere (e ritiene che il contratto lo sostenga) più un giocatore del Barcellona.

Quando la Liga dice che non gli daranno il trasferimento necessario per giocare, stanno parlando dell’unica possibilità che possono influenzare: se va in un’altra squadra della Liga.

La FIFA gli darebbe un trasferimento temporaneo per andare in qualsiasi altra parte del mondo, anche se il caso giudiziario fosse in sospeso.

Messi può sfidare la clausola del 10 giugno (dicendo che la stagione si è conclusa il 23 agosto e non il 1 giugno come previsto prima della pandemia), sedersi con il Barcellona e negoziare un’uscita (che inizierebbe questa settimana) o alla fine può strappare il contratto se non ci fosse alcun accordo.

In quest’ultimo caso, il Barcellona lo porterà davanti a un tribunale civile e/o sportivo e il giudice determinerà una cifra, che dipende dall’età del giocatore, dagli anni rimasti dal contratto, dal danno al club….

In quel caso Manchester City (Inter, Juventus) starebbero seriamente pensando di non mettersi in gioco per via dell’incertezza. Motivi per cui Bartomeu insiste affinché Messi rimanga.

L’allenatore lo vuole (quando Koeman ha chiesto a Bartomeu ‘ho Messi?’, il presidente ha detto “”. Il giorno dopo Jorge Messi ha chiamato Bartomeu per dirgli di nuovo che suo figlio voleva andarsene). Koeman ha suggerito di fare una squadra forte anche senza Messi“.