Coronavirus, il virologo Pregliasco: “Non ci sono le condizioni per riaprire gli stadi”

0
141

Il virologo Lorenzo Pregliasco è stato raggiunto dai microfoni de “La Gazzetta dello Sport”.

L’esperto ha parlato dei contagi da Coronavirus che stanno coinvolgendo nuovamente anche il mondo calcio in Italia:

“Di fatto è un andamento normale se applicato a ciò che sta accadendo nella nostra società”, ha detto Pregliasco.

“I calciatori hanno viaggiato, si sono spostati e hanno corso il rischio di essere contagiati. Lo sport e il calcio dovranno essere più morigerati”.

I calciatori, spiega il virologo “sono come tutti noi, fanno parte della stessa società civile. Quindi allenamenti e utilizzo del buonsenso come qualunque altro cittadino”.

Pregliasco ha poi parlato anche della possibile riapertura degli stadi:

Credo che in questo momento non ci siano le condizioni. Non si tratta di andare a teatro o al cinema dove si resta in silenzio e seduti. Allo stadio c’è una commistione nella natura stessa del tifo, un movimento naturale nel seguire una partita”.