“La Verità”: Antonio Conte ha perso 30 milioni in una truffa in Inghilterra

0
1184

In questi giorni non si parla d’altro che di Antonio Conte e del suo futuro, soprattutto dopo lo sfogo del post partita della finale di Europa League, dove il tecnico ha manifestato forti malumori.

Ebbene, alla base dei malumori di Antonio Conte ci sarebbero anche problemi privati che hanno base a Londra.

Secondo quanto riferisce il quotidiano diretto da Maurizio Belietro, ‘La Verità’ , il tecnico dell’Inter sta cercando di recuperare 30,6 milioni di euro, persi in un investimento fatto ai tempi del Chelsea e che si sta rivelando una truffa.

Il tutto è emerso da due sentenze della corte commerciale inglese, la seconda delle quali (di pochi giorni fa), è un’ingiunzione di pagamento a carico di Bochicchio, investitore italiano in Inghilterra, titolare di diverse società di investimento.

Secondo il giudice britannico, Bochicchio avrebbe portato avanti una truffa, a danno di otto persone, tramite la sua società Kidman, promettendo investimenti ad alto rendimento.

Dopo un tira e molla durato mesi, gli otto investitori si aspettavano un pagamento di 33,1 milioni di euro entro il 30 giugno 2020. I soldi, tra cui quelli di Conte, non sono tornati indietro.

Bochicchio aveva convinto l’allenatore dell’Inter dell’investimento in Kidman perché collegata e garantita da Hsbc, attraverso documenti che si sono rivelati falsi in tribunale.

L’investitore ora rischia il sequestro dei beni se non ottempera al decreto ingiuntivo. Tra questi devono essere versati 6,5 milioni di sterline a Palesa Sarl, una società in Lussemburgo e 30,6 milioni di euro proprio a Conte.