Europa League. La Repubblica: “La partita ci ha detto che la 4ª squadra spagnola è meglio della 2ª italiana”. L’ombra di Allegri

0
259

Il Siviglia esce vittorioso dalla sfida contro l’Inter e si porta a casa l’Europa League per la 6ª volta nella sua storia.

Una bruciante sconfitta per i nerazzurri, che hanno sperato di potersi consolare per il mancato tricolore.

A commentare la disfatta dell’Inter, anche la Repubblica che scrive:

“L’Inter avrà delle ferite da leccarsi e il blu e il nero dei lividi di Colonia richiederà del tempo, prima di passare: il dolore è nella sconfitta (3-2), ma soprattutto nel senso di inferiorità nei confronti di un avversario che ha saputo fare meglio tutto, forse perché lo sa proprio fare meglio.

Il risultato, così corposo, dà un’illusione di un equilibrio che non c’è stato: il Siviglia, con merito totale, ha vinto per la sesta volta in quindici anni quella che in Spagna la chiamano la sua coppa feticcio e la partita ci ha detto che la quarta squadra spagnola è meglio della seconda italiana.

Certi lividi stanno sulla pelle del nostro calcio, anche. Forse è pure per questo che Conte se ne andrà di nuovo.

E da ieri sera Massimiliano Allegri ritorna l’ipotesi più accreditata“.