Moratti, altra stoccata alla Juve: “Eliminata dal Lione, mica dal PSG…” Poi ammette: “All’Inter per rivincere la Champions aspettammo 45 anni”

0
123

Massimo Moratti è stato intervistato dal Quotidiano Sportivo.

L’ex presidente dell’Inter, è tornato ancora una volta a parlare del possibile colpo Leo Messi, senza disdegnare la solita stoccata alla Juventus, dopo l’eliminazione dalla Champions per mani del Lione.

Su Messi: “Io ormai dell’Inter sono un semplice tifoso e non ho informazioni riservate. Ma una cosa la so: per risorse e per competenze, Suning ha tutto per portare Leo a Milano”.

Moratti poi deve ammettere: “Mi sono sbagliato sul conto di Lukaku! Sinceramente pensavo fosse forte solo fisicamente e temevo di rimpiangere Icardi”.

“Invece Romelu è un campione, aiuta sempre i compagni, ha una visione di gioco. Aveva ragione Conte a pretenderne l’acquisto e sempre Conte è stato bravissimo a migliorarlo e a far crescere tutta la squadra intorno a lui”.

Dopo aver elogiato la prestazione dell’Atalanta in Champions League, contro il Psg, l’ex presidente nerazzurro prende spunto per rifilare l’ennesima stoccata alla Juve:

“Beh, un conto è essere eliminati dal Psg, altra cosa andare a casa contro la settima classificata del campionato francese”.

Onestamente, non c’è paragone. Io non ho consigli da dare. All’Inter per rivincere la Champions aspettammo 45 anni, la Juve è alle soglie delle nozze d’argento con il digiuno, magari fa prima di noi…”.