Zazzaroni: “La Juve di Sarri finisce qui. Un autentico fallimento”

0
1328

Ivan Zazzaroni è impietoso nei confronti di Maurizio Sarri. E ne spiega il perchè nel suo editoriale per il Corriere dello sport da lui diretto.

Il giornalista parla di “fallimento è autentico, «mentalmente devastante», la conclusione più amara di una stagione certamente assurda nella quale – però – è risultata subito evidente la distanza tra l’allenatore toscano, la sua idea di calcio, anche il suo modo di comunicare, e tutto quello che la Juve rappresenta, i valori che incarna: perse in partenza la scommessa del bel gioco e, quel che più conta, anche quella assai più grave del grande risultato”.

Poi ancora sassate da parte del giornalista: “A sessantun anni e mezzo Sarri ha vinto il primo scudetto della vita, ma è passato il messaggio che quel titolo avesse una madre, la società, tanti figli, i giocatori, e nessun padre”.

Zazzaroni ricorda poi “la frase di Andrea Agnelli, uno che non parla mai a vanvera, pronunciata durante la presentazione di Andrea Pirlo: «Non posso che fare i complimenti a Pavel, Fabio e Fede (Cherubini, nda) per aver saputo ricaricare la macchina». Sarri? Trascurato, non ancora rimosso”.