Antonio Conte: “Messi all’Inter? Più facile spostare il Duomo”

0
323

Antonio Conte ha parlato a Sky nel post partita della gara contro il Napoli:

Ecco le sue parole: “Oggi abbiamo affrontato una squadra forte che, come avevo detto anche prima della partita, in questi anni è stata l’unica a dare fastidio alla Juventus”.

Se faremo calcoli contro l’Atalanta? I calcoli li abbiamo dovuti fare oggi perché venivamo da tante partite. Abbiamo fatto calcoli per arrivare alla prossima partita con un po’ di riposo in più. Poi dopo 4 giorni avremo anche l’Europa League. C’è la possibilità di recuperare un po’ di più rispetto all’ultimo periodo. L’Atalanta in questo momento è una realtà, c’è poco da dire”.

Se a inizio anno avrei firmato per avere questi punti in classifica dopo la penultima di campionato? Non posso essere io a raccontare la storia dell’Inter, siete voi giornalisti a doverlo fare, a riportare i numeri e il lavoro fatto”.

Poi l’ennesimo attacco alla stampa: “Capisco che io crei aspettative e tanti giudizi sono condizionati da questo, qualcuno può pensare che appena arrivo, con il mio tocco, vinco. Qualche volta, in passato, è accaduto. Io sono sempre molto onesto e corretto quando parlo e questo a volte da fastidio a qualcuno. Poi attaccare me porta anche pubblicità perché non sono l’ultimo della banda. Poi questo mi dispiace perché sento dire delle cose offensive riguardo al mio lavoro e alla mia professionalità. Io ci metto tutta la passione. Provo ad essere un valore aggiungo, un acceleratore”.

Meglio 4 calciatori da 50 milioni o solo Messi? Penso sia improponibile sia l’una che l’altra cosa. Ma in questo momento mi tengo stretti i miei che stanno gettando il cuore oltre l’ostacolo, poi a fine campionato capiremo. L’immagine di Messi sul Duomo? È più facile spostare il Duomo che portare Messi”