Cobolli Gigli non fa passi indietro: “Sarri si tolga il ciucciotto di bocca”

0
7672

L’ex presidente della Juventus Cobolli Gigli non cambia idea a proposito dell’allenatore della Juventus Maurizio Sarri.

E attraverso i microfoni di Radio Kiss Kiss conferma il suo pensiero:

“Non stimo Maurizio Sarri come persona, non lo amo per i fatti di Napoli e tutte le cose che ha detto contro i bianconeri”, ha ripetuto Cobolli Gigli.

“Quando è arrivato da noi poteva fare ammenda e chiedere scusa per tutte le cose che ha osato dire. Adesso deve rimboccarsi le maniche blu e togliersi il ciucciotto dalla bocca e pensare alla Champions League”, ha detto ancora l’ex presidente bianconero.

“E’ l’allenatore che ha vinto lo scudetto, ma ripeto: non lo stimo per niente. Se proprio devo dire, il gioco della squadra bianconera con lui non è migliorato, ma se c’è una partita che mi è piaciuta tantissimo è quella contro l’Inter”.

Una bella partita, straordinaria devo dire. E poi devo anche un’altra cosa a Sarri, disse che Adrien Rabiot poteva migliorare, poteva diventare importante per la Juventus e così è stato?. Faccio i complimenti all’allenatore su questo”, conclude Cobolli Gigli.