Juve, c’è un dato che terrorizza Maurizio Sarri

0
2623

Se per lo scudetto è solo questione di tempo, in casa Juve, c’è tuttavia un dato che terrorizza Maurizio Sarri, soprattutto in vista della gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League con il Lione che si avvicina.

Il Corriere dello Sport riferisce di numeri preoccupanti soprattutto perchè in CL “per ribaltare l’1-0 della gara d’andata, infatti, i bianconeri dovranno vincere con due gol di scarto. E questo non accade ormai dal derby vinto 4-1 lo scorso 4 luglio”.

Riuscire a non subire gol dovrebbe essere la base solida da cui ripartire. Eppure in questo senso i numeri diventano preoccupanti: la Juve è salita a 38 gol subiti in campionato, ne subisce consecutivamente da sette partite con una media di due a gara”.

Eppure Maurizio Sarri punta più il dito sui 12 rigori subiti che non su una squadra che imbarca acqua da tutte le parti, anche ribadire come in questo campionato sia così un po’ per ogni squadra non agevola l’analisi per una Juve che da dieci anni non incassava così tanti gol”.

E ancora riferisce il CdS: “C’è poi un altro dato che ancor di più deve far riflettere, anzi preoccupare: sono 18 i punti persi in partite che vedevano la Juve passare in vantaggio, un’enormità. Forse quel blackout, il primo della serie, incassato a San Siro contro il Milan non andava così banalizzato come fatto almeno in sede di dichiarazioni ufficiali dal tecnico bianconero”.

Perché una volta le squadre si chiudevano a riccio contro la Juve, badando solo a non prenderle o a limitare i danni. Adesso invece chiunque sa di poter battere pure la Juve, senza lasciarsi schiacciare emotivamente nemmeno da uno svantaggio iniziale”.