Andrea Bosco: “L’aria attorno alla Juve si è fatta pesante. O cambia sette decimi della squadra (Ronaldo compreso), o cambia allenatore”

0
231

Andrea Bosco, giornalista di fede bianconera, nel suo ultimo editoriale per Tuttojuve, non si arrende, e prosegue la sua personale crociata nei confronti dell’allenatore della Juventus.

Maurizio Sarri non si è dimesso. Mai pensato che dopo quanto scritto sulla mia “Imboscata“ lo avrebbe fatto. Ho esagerato: consapevole di farlo. Ho esagerato sperando di dare una “scossa“ a Sarri e all’ambiente”, ammette il giornalista.

L’aria attorno alla Juventus si è fatta pesante. La squadra sembra aver perso la propria identità. Non è quella che (coerentemente?) Sarri continua a cercare. Ma neppure sembra più quella di Conte o di Allegri”, ricorda Bosco.

Il giornalista ritiene che la Juve sia a un bivio e si augura che “Sarri abbia studiato la pratica Lazio”.

Poi l’ennesimo invito all’allenatore della Juve: “Porti a casa il titolo, Sarri. Poi faccia quello che può in Champions. Questa Juve non sembra (ancora una volta, va detto ) “attrezzata“ per sollevare la tinozza. Ma consideri Sarri che molti di quei suoi giocatori “ inadatti “ mezza Europa li vorrebbe”.

E ancora: “Il destino di Sarri, a mio parere, non sarà legato a questa o a quella (eventuale ) vittoria. Sarà legato alla sua capacità di saper gestire una squadra come la Juventus. Non di allenare. Non di “insegnare“. Non accadesse, non ci sarebbero alternative”.

Infine l’impietosa sentenza: “O cambiare sette decimi della squadra (Ronaldo, probabilmente compreso). O cambiare allenatore. Cominciare una nuova stagione con i medesimi equivoci sarebbe pericoloso”.