In attesa del derby. Sarri: “Giocare alle 17? Credo sia un errore”

0
2459

L’allenatore della Juventus, Maurizio Sarri, nel corso della consueta conferenza stampa della vigilia ha presentato l’atteso derby della Mole, che vedrà i bianconeri fronteggiarsi con il Torino.

Le prudenti parole di Sarri:

“È un derby, una partita particolare, che esula da ogni tipo di discorso logico. Dobbiamo affrontare una squadra motivata, il derby è una partita più importante per il Torino che per la Juventus. Quando può contare su queste motivazioni, una squadra deve stare attenta e pareggiare il livello di motivazioni, altrimenti è complicatissima”.

Il merito all’orario di gioco, che in molti ritengono proibitivo per via delle alte temperature, Sarri ha commentato:

“Quando si parla di questi argomenti bisogna sempre molto chiari e precisi.. cosa ne penso a livello di movimento? Credo sia un errore. Cosa ne penso come allenatore della Juve? Partita prevista alle 17, si gioca alle 17“.

Sarri ha poi fornito un aggiornamento sulle condizioni fisiche dei bianconeri:

Chiellini si sta allenando con riatletizzatori, non è ancora a disposizione. ma siamo alla fine del suo percorso, a breve potrà essere in gruppo. Spero subito dopo questa partita, o qualche giorno dopo questa partita.

Bernardeschi è in un buon momento dal punto di vista mentale e fisico, Douglas in questo momento sta bene e meriterebbe di giocare sin dall’inizio, ma c’è anche la considerazione che nel momento in cui le squadre vanno in stanchezza per noi è letale. Decidiamo di farlo partire dopo per questo motivo. Finalmente ha avuto un buon periodo di continuità di allenamento, sembra stare piuttosto bene.

Dybala e Ronaldo, più che maggiore intesa, stanno giocando più vicini. Dybala viene meno a prendere palla oltre i centrocampisti, Cristiano si accentra di più e possono giocare più spesso in velocità. In allenamento fanno delle esercitazioni per questo, per cercare scambi in velocità vicino alla metà campo avversaria.

Buffon è sempre preso in considerazione, ha fatto una quindicina di partite, sta benissimo e può giocarle. Valutazione che facciamo in tutte le partite, è ancora un portiere estremamente forte e in allenamento gli ho visto fare cose impensabili per un portiere della sua età. È integro e gode di una fiducia totale da parte mia e di tutto lo staff, come portiere e come uomo”.

Sarri ha poi concluso:

“Penso che dopo una lunga inattività all’inizio non ci sarà bisogno di grandi rotazioni. Ci sarà necessità di riposo dopo 7-8 partite, nella fase iniziale, non avendo amichevoli, non avendo pre-campionato normale, è chiaro che i giocatori hanno più bisogno di giocare e non di riposare. Poi magari verrà fuori necessità di alternarli, perché qualcuno ne avrà bisogno, ma al momento non abbiamo segnali di stanchezza dai dati”.