Atalanta, Zeman non chiede scusa per le sue frasi equivoche. Bucchioni: ‘La smetta di dire certe cose, è famoso solo per quello’

0
1079

Qualche giorno fa avevano fatto discutere le parole di Zdenek Zeman che aveva messo in discussione gli ultimi successi dell’Atalanta.

“Non capisco come facciano a correre così tanto, specialmente visto che sono la squadra di Bergamo, in teoria quella maggiormente colpita dal virus…”, Parole che non hanno lasciato insensibile nemmeno il patron orobico Percassi che ha replicato duramente.

Quest’oggi è arrivata una nuova dichiarazione del tecnico a Radio Kiss Kiss Napoli:

“Le mie parole sono state completamente equivocate, il mio non voleva essere un attacco all’Atalanta anzi il contrario. Mi complimentavo. Ho difeso la loro forma fisica, mi è stato detto che lavorano tanto in allenamento anche quando gli altri riposano”.

“La mia intenzione era dire che nonostante la situazione drammatica vissuta a causa del Coronavirus in quella città, la squadra è riuscita a presentarsi in ottima forma fisica per la ripresa della serie A. Chiedere scusa? Non devo chiedere scusa a nessuno, perché ho solo parlato bene dell’Atalanta. Qualcuno mi ha equivocato o non capito”.

Tra coloro che hanno risposto al boemo, non c’è solo il presidente Percassi. Sulla questione è intervenuto anche il giornalista Enzo Bucchioni che in diretta su Radio Sportiva ha dichiarato:

Zeman dovrebbe smettere di dire parole che possano essere male interpretate. Sono passati 20 anni e sono la cosa per cui è più famoso”, facendo ovviamente riferimento alle accuse di doping lanciate diversi anni fa dall’allenatore nei confronti della Juve.