Sabatini: “Prima ero convinto che la Lazio fosse favorita, ora è cambiato tutto”

0
338

Il giornalista Sandro Sabatini, su SportMediaset ha commentato l’ultima partita della Juventus contro il Genoa, vinta dai bianconeri 3-1.

Il commento di Sabatini:

Partita dominata dalla Juve. Con il Lecce ero stato molto critico, perché nella prima mezz’ora secondo me i salentini avevano giocato meglio, ma martedì sera non c’è stata partita.

Dybala e Cristiano Ronaldo vanno d’accordo, mi sembrano due amici che giocano in coppia, si sono messi d’accordo per giocare in sintonia e si vede.

Se tu hai l’argentino, il portoghese e Douglas Costa in attacco, è chiaro che fai gol in quel modo, se invece hai Pinamonti e Favilli, è impossibile.

Mi sembra che il Genoa abbia data questa partita persa già in partenza, altrimenti non si spiega il motivo per cui lasci in panchina Zapata, Iago Falque, Sanabria e fai entrare Pandev nel finale.

Penso che Nicola abbia voluto dosare le forze per il prossimo spareggio salvezza contro l’Udinese“.

Il giornalista ha poi commentato l’atteso rinnovo di Dybala:

Dybala sta facendo un gol più bello dell’altro, quando parte in quel modo è impossibile prenderlo. Attenzione al contratto in scadenza l’anno prossimo.

Lui vuole il rinnovo, ma non credo che si accontenterà di pochi spiccioli: diventa un giocatore da 15 milioni di euro di ingaggio. Richiesta legittima i soldi non sono mai troppi”.

Sabatini ha poi concluso con un commento sulla corsa scudetto:

“Prima del lock-down ero convinto che la Lazio fosse favorita, perché era impostata meglio e perché, a differenza di Juve ed Inter, non aveva impegni europei.

Ora è cambiato tutto. Adesso, a lungo andare, a fare la differenza sarà la qualità“.