Sconcerti ridimensiona Lazio e Inter: “Inzaghi perde gara che vale una stagione. Conte è un auto-referente, si fa le domande e si risponde”

0
610

L’editorialista del Corriere della Sera, Mario Sconcerti ridimensiona Lazio e Inter dopo le magre prestazioni a cui hanno dato vita le due maggiori antagoniste della Juventus.

Sulla Lazio, Sconcerti afferma:: “Perde una partita che vale forse una stagione…nel secondo tempo la Lazio è più che scomparsa, non è mai arrivata”.

Il suo contropiede profondo ha smesso di segnare la partita dopo quaranta minuti di spettacolo… la Juve adesso ha 4 punti di vantaggio, una distanza che ieri sembrava lunare e ora pesa come un abisso”) poi passa al 3-3 dell’Inter col Sassuolo che fa scivolare i nerazzurri a -8 dalla Juve”.

Non pago, il giornalista passa a rimproverare Antonio Conte:
“Conte è un auto-referente, si fa le domande e si risponde. Sono anni che non accetta una libera intervista. Una spiegazione completa ed extra moenia sul suo lavoro, che molto spesso è ottimo, ma non sempre, e appartiene comunque a tutti, non soltanto a lui”.

Per quel che posso, ho chiesto mesi fa di poterlo ascoltare liberamente, mi fu detto quasi sì, poi non ho saputo più niente. L’Inter è un argomento che va accettato, non è discutibile. Nemmeno quando si allontanano in fretta in una settimana gli obiettivi di una stagione. Riscuotere e non rendere conto è un mestiere bellissimo. Peccato non sia il mio”.

E infine, conclude Sconcerti: Il gioco di Conte è semplice e concreto, ma manca leggerezza, dribbling, fantasia, velocità negli ultimi venti metri. Fra tanti bravi, manca chi abbia l’ultimo spunto. E senza quello sbatti nel corpo degli avversari. Né si può chiedere tutto a Eriksen”.