L’ex arbitro Marelli: “Difficile giustificare il mancato rigore per il tocco di braccio di Young (Inter)”

0
2338

L’ex arbitro Luca Marelli conferma quanto da subito è emerso sulla decisione arbitrale che ha penalizzato il Sassuolo nella gara contro l’Inter: il mancato rigore concesso agli emiliani.

Marelli intanto premette e scrive nel suo blog: “Massa non mi è piaciuto per nulla sotto il piano disciplinare”.

Poi passando all’episodio del 75’che ha determinato il risultato della gara tra Inter e Sassuolo, Marelli commenta così l’accaduto: “L’episodio centrale della partita. Muldur dal vertice destro dell’aerea di rigore tenta un cross verso il centro. Il pallone viene intercetto da Young: proteste di tutti i calciatori del Sassuolo in zona, Massa lascia proseguire.”

E ancora prosegue Marelli nella sua disamina: “Anche in presa diretta il contatto di braccio è sembrato evidente (per lo meno come sensazione), i replay successivi o certificano. Il VAR Nasca, dopo aver ovviamente rivisto le immagini, decide di non richiamare l’arbitro alla “on field review”.

Difficile trovare una spiegazione per tale scelta. Se proprio dovessi azzardare un ipotesi, Nasca potrebbe aver rivisto il tentativo (che c’è) di Young di evitare il contatto col pallone, ritraendo il braccio destro.
Ma questa ipotesi è molto debole. La questione non è tanto ritrarre il braccio ma la dinamica complessiva. Young si pone in contrasto Muldur con il braccio destro molto aperto e solo in un momento successivo tenta di ritrarlo.

Insomma, secondo Marelli “non richiamare l’arbitro Massa al monitor è stato un errore, il rigore per il Sassuolo si presta a poche eccezioni”.