Chirico: “Siamo alle solite, arbitri e VAR ne combinano di ogni, ma si parla solo della Juve”. Poi l’attacco ad alcuni suoi colleghi giornalisti

0
9802

Marcello Chirico si mette di traverso contro chi attacca già da subito gratuitamente la Juventus per le decisioni arbitrali. “Pronti via, riecco le polemiche. arbitri e varisti ne hanno combinate di ogni, ma di cosa si parla? Solo del fallo di Denswill su De Ligt, motivo del rigore con cui la Juventus ha sbloccato la gara a Bologna”, scrive subito il giornalista sulle colonne di Calciomercato.com.

“Si, la trattenuta c’era, però – si domandano i soliti polemici – perché la medesima inflessibilità non è stata usata pure per l’intervento di De Sciglio su Barrow?”

Chirico ripropone una carrellata di errori arbitrali commessi in questa giornata di cui però nessuno parla: dal gol annullato al Lecce, alle reti (due) annullate alla Fiorentina sino ad arrivare sempre a Bologna dove è stato fishiato un offside non poi così evidente di Douglas alla partenza dell’azione.

“Però – ribadisce il giornalista –  il dibattito è tutto e soltanto sul penalty concesso alla Juve e su quello non dato ai felsinei. Se c’era il primo, dicono, doveva starci pure il secondo. Altrimenti c’è qualcosa che non quadra”.

“Siamo alle solite. E ad orchestrare il casino sono sempre gli stessi personaggi di riferimento da parte di un certo target di tifosi, colleghi capaci di condizionare con maestria l’arcinoto “sentimento popolare” spacciandosi pure per terzisti, ma insolitamente il loro bersaglio preferito è sempre la medesima squadra, raramente le altre”.

“Non per fare il “tifoso” a tutti i costi, ma facendo rewind sulle immagini del possibile contrasto tra Barrow e De Sciglio il contatto non si vede. Ma per “quelli bravi” il fallo invece è netto. Sarò cecato io”.