Il tifoso bianconero: “Ecco perché non ha vinto Allegri ma hanno perso tifosi, società, allenatore e giocatori”

0
1166
Foto LaPresse - Daniele Badolato 21/05/2017 Torino ( Italia) Sport Calcio Juventus - Crotone Campionato di Calcio Serie A TIM 2016 2017 - Stadio "Juventus Stadium" Nella foto: la Juventus esulta a fine partita Photo LaPresse - Daniele Badolato 21 May 2017 Turin ( Italy) Sport Soccer Juventus - Crotone Italian Football Championship League A TIM 2016 2017 - "Juventus Stadium" Stadium In the pic: Juventus celebrate at the end of the match

Per la prima volta dopo quasi un decennio i tifosi i bianconeri tremano al pensiero di una stagione a bocca asciutta”, esordisce il tifoso di fede bianconera nell’articolo pubblicato nella rubrica dedicata ai fan delle proprie squadre di calciomercato.com .

Non sono mancati in questi giorni gli inni e gli attestati di stima per Massimiliano Allegri […]

La verità è che nei giorni che stanno seguendo la disfatta della banda di Sarri, se così si può definire, l’unico che sembra esserne uscito vincitore è proprio Max, gli encomi si sprecano, tutti ne invocano il ritorno e invece io penso che a vincere non è stato Allegri, non ha vinto nessuno, hanno perso tutti: tifosi, società, allenatore, giocatori.

Non ha vinto Max, ma hanno perso tutti i suoi detrattori, tutti quelli che “con una squadra così lo scudetto lo vincevo anche io”, “si vince ma si gioca male”, “non è all’altezza”, “vogliamo il bel gioco”.

[…] Allegri è stato silurato dopo cinque scudetti di fila, quattro coppe Italia e due Supercoppe Italiane, ma soprattutto è stato silurato perché già dopo Cardiff aveva capito che la Juventus necessitava di una rivoluzione, perché quella squadra aveva ancora ben poco da dare, perché il miracolo Sturaro lo può fare una volta ma non è Vidal, perché Padoin non è Marchisio e perché Pjanic nemmeno di avvicina a Pirlo. La Juve è questa da almeno 2-3 anni e chi non se n’è accorto ha i paraocchi.

Abbiamo vinto scudetti quando ci sembrava la cosa più facile del mondo, quasi non si esultava più, ma ora che rischiamo di perderlo sentiamo il cuore in gola. Abbiamo per anni discusso su come vincere meglio, ma alla fine si vinceva comunque; oggi si discute su come vincere, perché le partite che contano le stiamo perdendo tutte.

In campionato poi che dire? Il campionato è aperto soltanto perché la Juve ha perso punti con Verona, Lecce, Sassuolo per citarne alcune, per carità grande Lazio, grande Inzaghi, ma in passato quelle partite si sarebbero portate a casa ad occhi chiusi e a marzo di volava a +8, +9 sulla seconda con un campionato che poco aveva ancora da dire.

Non ha vinto Max, ma merita almeno delle scuse, perché ad oggi sono venuti al pettine tutti i nodi, si sono palesati tutti i limiti di una squadra che già da qualche tempo faticava ma che con grande capacità intellettive Allegri aveva sempre e comunque portato alla vittoria finale.

Sarri – secondo il blogger di fede juventina – Si è trovato forse al posto giusto nel momento sbagliato, la Juve non è una squadra che può permettersi un anno zero, non è l’Inter della Champions all’ultima giornata o il Milan per il quale un posto in Europa League vale lo scudetto. 

Non ha vinto Max, ma oggi tutti gli riconoscono quello che altri avevano già percepito tempo fa, oggi le sue vittorie 1-0 valgono di più, oggi i suoi cambi giusti al momento giusto valgono doppio, oggi i suoi trofei brillano come non brillavano da tempo.

Lo immagino con il solito sorriso mentre pensa a quello che è stato e con quel suo ghigno ironico mentre si sofferma a leggere qualche commento di qualche pseudo intenditore di calcio che soltanto un anno fa ne bramava la testa.

Non ha vinto Max, oggi perdiamo tutti, ma le vittorie di Max sembrano valere di più”.