Chirico torna sul rosso a Rebic: “Ci vuole una bella faccia tosta nel sostenere che l’espulsione sia stata troppo severa”

0
2168

Marcello Chirico, giornalista di fede Juventina, attraverso un audio pubblicato sulle colonne de IlBianconero torna sul Rosso comminato a Rebic dall’arbitro Orsato nella semifinale di Coppa Italia:

Ci vuole coraggio e una bella faccia tosta nel sostenere che l’espulsione di Rebic nell’ultimo Juve Milan è stata troppo severa, peggio è stata sanzionata per penalizzare apposta il Milan e favorire la Juventus“, premette il giornalista.

A detta di Chirico, milanisti e qualche addetto ai lavori considera “Orsato come il dodicesimo uomo bianconero in campo e dopo la mancata espulsione di Pjanic nel derby d’Italia di di due anni fa eccolo invece estrarre il rosso per il centravanti rossonero. Come dire ne ha rovinata un altra”.

Dunque, “la semifinale continua a far discutere, soprattutto a Milano, a distanza di 48 ore, alimentata dalle scorie post gara . Addetti ai lavori e tifosi si confondono entrambi impegnati a recriminare su quell’espulsione. Orsarto sarebbe dovuto andare al Var ha detto Calhanoglu prima a caldo e poi anche a freddo”.

Ma vogliamo davvero paragonare i falli di Pjanic e Rebic? Tra l’altro per il bosniaco sarebbe stato il doppio giallo mentre questo di Rebic è un rosso direttissimo senza discussioni”.

“Incaponirsi nel non volerlo ammettere non depone a favore dell’obbiettività di tanti giocatori e giornalisti partigiani tutti coalizzati nel difendere l’indifendibile per poi far passare il Milan come eterna vittima di un sistema pro-Juve”, tuona il giornalista.

“La delusione per l’ eliminazione della Coppa Italia è umanamente comprensibile, le lagne un po meno e le polemiche pretestuose prive di senso ancora di più”, conclude il giornalista.