De Paola: “Clamoroso che Palamara abbia indagato su Calciopoli e abbia messo alla berlina il figlio di Moggi su intercettazioni ridicole”

0
2215

L’ex direttore di TuttoSport, Paolo De Paola, ospite di Sportitalia, ha commentato la spinosa vicenda che ha travolto il magistrato Luca Palamara, finito al centro dello scandalo intercettazioni.

Le parole di Paolo De Paola:

“C’è un’importante vicenda sullo sfondo, che è quella dei legami di Luca Palamara anche con il mondo del calcio, anche con lo stesso Lotito.

Non voglio dire un termine sbagliato che potrebbe essere quello di guerra tra bande, ma secondo me si sta in qualche modo verificando la caduta di un potere.

Un potere che è quello di una cricca legata attorno a Palamara, che vede anche le sue amicizie messe in discussione.

È clamoroso che Palamara sia il giudice che ha indagato su Calciopoli, in particolare sul figlio di Moggi. E il figlio di Moggi fu messo alla berlina da Palamara su delle intercettazioni ridicole che riguardavano la sua vita privata.

Ma non solo. Il giudice Palamara è quello che aveva messo sotto accusa la cricca degli arbitri romani. E cosa era emerso? Telefonate compiacenti, biglietti, favori, viaggi….

Tutto quello di cui è accusato Palamara stesso. Cioè, un giudice che accusa un sistema di avere connivenze, di avere piaceri, favori….

Ma come faccio a fidarmi di un giudice che a sua volta non è assolutamente insensibile a certe lusinghe? Allora io dico: rivediamo tutto, c’è qualcosa che è stato sbagliato”.