Christillin sulla nuova sede della finale Champions: “Nulla è ancora stato deciso”

0
221

L’autorevole membro del Comitato Esecutivo dell’Uefa, Evelina Christillin, ha parlato a Radio Punto Nuovo, del nuovo format della Champions League:

“Avremo un comitato esecutivo della UEFA con tanti argomenti sul tavolo, il 17 ed il 18 giugno”, ha anticipato la Christillin.

La prima parte sarà dedicata agli interventi speciali anti-Covid e si parlerà sicuramente del calendario di agosto, dedicato alle Coppe Europee. Ciò nonostante, che si giochi ad agosto resta sicuro”.

Sui contratti, è la FIFA che decide cosa fare, in parte ci è stato già detto: prolungarli. Rimandare di un anno gli Europei 2020, non ha risolto tutto, perché spostandolo di un anno, bisogna cercare di convivere con il resto delle attività produttive. Ad esempio a Londra ed Amsterdam avevano in programma altri eventi, concerti”.

Poi a proposito del cambio sede ipotizzato per la prossima finale di Champions League, Evelina Christillin ha detto: “Ho sentito rumors, ma nulla è ancora stato deciso. Anche per quello aspettiamo la decisione finale tra il 17 ed il 18″.

Infine sulla situazione stadi: “I nostri stadi saranno vuoti ed anche questo sarà discusso nel nostro esecutivo. Il CTS e l’ISS si sono riservati di rivedere tra una quindicina di giorni, se il protocollo sarà riconfermato o si possono allargare le maglie, a seconda della curva dei contagi”.

Bisogna essere prudenti, è un discorso che potrebbe affrontato dagli inizi di Luglio. È tutto molto complicato, quindi sulle ali della passione, cercherei di unire l’ottimismo della volontà al pessimismo della ragione”.

Dopo tre mesi di lockdown abbiamo riaperto il Museo Egizio di Torino, dopo 3 mesi pieni con 1.300 persone e poi richiuso. Lo stop&go è inutile, meglio fare passi graduali e non fare passi indietro”.