Algoritmo, svelato il documento ufficiale: Juventus Campione d’Italia

0
23111

Rivelato il documento ufficiale della Figc in merito all’algoritmo della Serie A.

A diffonderlo Michele Criscitiello di Sportitalia – che mostra come si decide chi vince, chi retrocede e chi va in Europa se la stagione dovesse interrompersi di nuovo causa emergenza.

Come recita il documento, “l’algoritmo, potrà trovare applicazione nei casi di sospensione e/o annullamento dei campionati e comunque in tutti quei casi in cui non sia possibile proseguire e portare a termine nei tempi necessari un campionato, con riferimento tanto alla regular season che alle fasi post-season”.

Ecco dunque i criteri che deciderebbero la classifica:

a) valorizza i dati certi desumibili dalle classifiche valide;
b) rapporta ogni elaborazione al diverso “status” di ogni club in relazione al numero di gare valide giocate;
c) utilizza i parametri dei “punti” e della “differenza reti” maggiormente utilizzati dai regolamenti dei vari campionati, sia a livello nazionale che internazionale, per risolvere i casi di parità e/o impossibilità di verifica ulteriore del campo di gara;
d) ricava dai dati certi, valori-indice (media punti e indice di redditività aggregato del girone per le reti) del tutto “neutri” e “sterilizzati” rispetto a possibili influenze e distorsioni provenienti dall’esterno;
e) pondera in maniera differente i dati immediatamente disponibili (considerati al 100%) e le loro elaborazioni (90% per i parametri legati alle media punti; 10% alle reti segnate/differenza reti).

LA FORMULA – Pt(x) + 0,90[(mpc t(x) x c t(z-x)) +(mpf t(x) x f t(z-x))]+ 0,10[(iag x Δr t(x))]

In cui ciascuna voce corrisponde a:

Pt(x)= punti realizzati dalla squadra nelle gare giocate;
mpc t(x)= media punti in casa della squadra nelle gare giocate;
c t(z-x)= gare casalinghe da disputare;
mpf t(x)= media punti in trasferte della squadra nelle gare giocate;
f t(z-x)= gare in trasferta da disputare;
iag= indice medio di redditività aggregato dei gol segnati dalla squadra (totale gol/totali punti)
Δr t(x)= differenza reti della squadra nelle gare giocate.

La formula diventa: (punti ottenuti) + 0,90 [(media punti casa) x (parite casalinghe da giocare) +(media punti trasferta) x (parite trasferta da giocare)]+ 0,10[(gol fatti/punti x differenza reti)]

Esempio, Juventus: 63 + 0,90 [(2,85) x (6) + (2) x (6)]+ 0,10 [(50/63 x 26)] = 91,2

Si valuterà se limitare l’uso dell’algoritmo ai soli tornei che faranno “registrare un percorso di ripresa non inferiore a 3 (tre) turni di campionato” e anche “l’applicazione ai fini dell’individuazione della squadra a cui assegnare il titolo di Campione d’Italia”.

Calcio&Finanza sulla base del documento diramato da Criscitiello ha ricostruito la classifica finale (tra parentesi le posizioni perse o guadagnate):

Juventus 91,2 (=) Campione d’Italia
Lazio 90,8 (=); Inter 81,4 (=); Atalanta 75,4 (=);Roma 65,5 (=); Napoli 55,7 (=); Hellas Verona 52,1 (+1); Parma 51,4 (+1); Milan 50,5 (-2); Bologna 47,7 (=); Cagliari 47,1 (+1); Sassuolo 47 (-1); Fiorentina 42 (=); Udinese 38,4 (=); Torino 38 (=); Sampdoria 36 (=); Genoa 33,7 (=); Lecce 32,4 (=); Spal 22,7 (=); Brescia 18,9 (=).

La Juventus resterebbe dunque prima in classifica con un distacco di 0,4 decimi di punto rispetto dalla Lazio.