Valentini: “Che l’AIC protesti per le partite nel pomeriggio fa sorridere, in quegli orari si giocano Mondiali e Europei”

0
138

L’ex direttore generale FIGC, Antonello Valentini, ai microfoni di Radio Sportiva ha commentato la tanto attesa ripartenza della Serie A.

Le parole di Valentini:

“Come tutti i settori produttivi anche il calcio riparte, con cautela e nella piena osservanza delle norme di sicurezza. Penso che FIGC, il Consiglio federale e il presidente Gravina abbia saputo evitare trappole e schivare il fuoco amico.

Quando leggo che il presidente Malagò dice che tutti escono a testa alta, gli consiglio di tenere la sua testa bassa visto quello che ha detto e fatto per rendere più difficile la ripresa del calcio”.

Valentini ha poi commentato l’idea del presidente della FIGC Gabriele Gravina, che ha proposto l’algoritmo per assegnare lo scudetto, nel caso in cui non sia più possibile giocare per motivi sanitari:

Non sono convintissimo né entusiasta, ma si tratterebbe di una extrema ratio nel caso in cui non fosse possibile neanche disputare playoff e playout. In quel caso sarei per non assegnare lo scudetto”.

Valentini ha poi concluso con un commento circa la polemica sugli orari delle partite, nata a seguito delle lamentele dell’Associazione Calciatori:

“Che l’AIC si metta di traverso per partite alle 16.30 o alle 17.15 mi fa sorridere: in quegli orari si giocano Mondiali e Europei, si parla di atleti professionisti e di una situazione straordinaria.
Se si ferma l’industria calcio si rischiano pesanti ripercussioni sul resto del sistema”.