Stefano Agresti: “L’Inter gode per essersi liberata di Icardi, ma è il miglior goleador degli ultimi 30 anni”

0
411

Stefano Agresti, attraverso le colonne di Calciomercato.com commenta la folle scelta dell’Inter legata alla cessione a titolo definitivo di Mauro Icardi.

Il giornlista prende spunto da Alessandro Altobelli il quale “è stato un grandissimo attaccante e, per l’Inter, è stato anche un simbolo. Centravanti nerazzurro per oltre un decennio, ha segnato più di 200 gol: solo Meazza, uno fuori categoria, ha fatto meglio di lui nella storia del club”, racconta Agresti.

“Ebbene – riferisce il giornalista – dal 1988 (quando Altobelli, ormai a fine carriera, venne ceduto alla Juve) l’Inter non ha mai avuto un goleador migliore di Icardi”.

Nemmeno Vieri, stella indiscutibile, ha segnato nell’Inter più di Mauro, il quale con i suoi 124 gol occupa un posto nobilissimo nella classifica dei migliori marcatori nerazzurri”.

Nel dettaglio: “Icardi ha realizzato tutte le sue reti interiste in sei stagioni, due delle quali monche: la prima, perché aveva vent’anni ed era poco più che un ragazzino, e l’ultima, perché a un certo punto è stato messo all’indice da Spalletti e Marotta”.

E non lo ha certo aiutato il fatto di avere giocato in un’Inter modesta rispetto alla tradizione. Perciò il suo percorso deve essere considerato ancora più straordinario. Se avesse continuato a giocare in nerazzurro, avrebbe in breve abbattuto quasi tutti i record”.

Per questo oggi siamo esterrefatti quando leggiamo la soddisfazione, quasi la gioia dei tifosi dell’Inter per l’addio di Icardi e il suo trasferimento al Psg. Respiriamo ovunque questi sentimenti, come se fosse una liberazione.”

“A noi che non siamo interisti, consentite di definire affettuosamente folle questa loro idea. Va bene il cuore tradito, va bene che Wanda Nara ha condotto il centravanti a commettere qualche errore di comportamento, ma siamo sicuri che sia lui il responsabile principale o addirittura unico di tutto il caos? E, soprattutto: davvero c’è qualcuno che pensa che l’Inter sia migliore senza Icardi?”, chiede il giornalista

Le partite si giocano in campo e si vincono con i gol. E noi vorremmo sempre avere Icardi nella nostra squadra”, conclude Agresti.