‘IlBianconero’ non ha dubbi: “Altro che Juve, la Lazio piange ma è la più avvantaggiata”

0
21013

La testata giornalistca di fede juventina, IlBianconero.it, (diretta da Marcello Chirico), non ha dubbi: “La Lazio piange ma è la più avvantaggiata”.

Il campionato non è ancora ripartito, ma è bastato ufficializzare le date della ripresa per far scattare subito le polemiche. Il responsabile della comunicazione della Lazio Arturo Diaconale è ripartito all’attacco contro Agnelli e la Juventus parlando di poteri e armi impari tra società”, riferisce il l’articolo de IlBianconero.

La lotta scudetto rischia di non giocarsi sullo stesso livello“. Infatti “quando ricomincerà il campionato la Juventus avrà giocato già una o due partite, perché è stato deciso di ripartire prima con la Coppa Italia e poi con il campionato: se andrà bene i bianconeri giocheranno la semifinale di ritorno contro il Milan il 13 giugno, prima della finale che verrà disputata quattro giorni dopo: il 17.

Due partite a stretto giro, non il massimo considerando che non si gioca da più di due mesi. Poi, la ripresa del campionato con la Juve che dovrebbe scendere di nuovo in campo il 23. E a quel punto giocheranno a tre partite nel giro di dieci giorni, quando invece la Lazio scenderà in campo senza aver dovuto giocare altre partite precedentemente”, denuncia il portale di matrice juventina.

E poi la questione allenamenti: “Perché invece dalle parti di Formello Simone Inzaghi arbitrava partitelle di tre contro tre con tanto di raccomandazione sui contrasti: “Non vi fate male”. Non ci sarebbe stato niente di male fino a qualche tempo fa, ma in quei giorni gli allenamenti collettivi erano ancora vietati”.

“Tutto caduto nel dimenticatoio”, denunciano da IlBianconero. Per un comportamento del genere, al Lask Linz, in Austria, hanno dato 6 punti di penalizzazione.

Poi il precedente: “Torniamo a qualche mese fa, verso metà dicembre quando i giocatori di Juve e Lazio stavano facendo le valigie per volare a Riad, in Arabia Saudita, dove il 22 si sarebbero giocate la Supercoppa italiana. Entrambe le squadre per forza di cose hanno saltato quella giornata di campionato: Ronaldo e compagni hanno anticipato la partita contro la Sampdoria al 18 dicembre, Lazio-Verona invece era stata posticipata all’8 gennaio, poi slittata al 5 febbraio. Un mese dopo. Mai successo, forse. Dovuto al calendario troppo fitto, dicono”.

“Fatto sta che non sembra proprio sia Agnelli il presidente avvantaggiato e con i super poteri come ha detto Diaconale. La Lazio piange, ma è la più avvantaggiata”.