Lazio: dopo la furbata, inviati a Formello gli Ispettori FIGC

0
66740

Da qualche giorno club hanno ripreso gli allenamenti individuali, in attesa del prossimo lunedì 18 maggio, quando sarà possibile riprendere anche gli allenamenti di gruppo.

A infrangere le regole, la Lazio, che ha disatteso le indicazioni del Governo e non ha rinunciato alla partitella, scatenando infuocate polemiche.

A bacchettare la Lazio, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, che nelle scorse ore ha appellato come furbetto proprio il presidente dei biancocelesti:

“Ieri si diceva che un presidente ‘furbetto’ ha fatto allenare la squadra collettivamente, senza rispettare le regole“.

E dopo la furbata della Lazio, la FIGC ha inviato a Formello i suoi ispettori per verificare il rispetto del protocollo negli allenamenti.

A riportare la notizia SportMediaset:

“La Lazio ha ricevuto la visita a Formello degli ispettori della Procura federale, attivati dalla Figc con il compito di verificare il rispetto negli allenamenti delle squadre, delle indicazioni contenute nei Protocolli sanitari della Federazione, così come sono stati approvati dal Governo.

Hanno visitato il Centro Sportivo biancoceleste e poi si sono trattenuti a parlare con il presidente Lotito, mentre la squadra si stava allenando in ordine sparso sui vari campi tenendo le giuste distanze.

La Lazio, nel mirino dopo l’articolo del ‘Corriere della Sera’ che parlava di partitelle, al momento vietate, andate in scena proprio a Formello, è stata dunque la prima a essere testata dal pool di ispettori”.