Juve, Carrera: “Vedo Barzagli futuro dirigente. Terrei Pjanic”

0
7636

L’ex calciatore ed allenatore bianconero, Massimo Carrera, nel corso di un’intervista in esclusiva per tuttojuve.com, ha anche analizzato le ultime vicende di casa Juve.

Le parole di Carrera sulla possibile ripresa del campionato:

“Sembra trasparire un po’ di confusione sui protocolli. È una situazione un po’ complicata per tutte le parti in causa, speriamo si possa risolvere”.

L’ex bianconero ha commentato l’addio di Andrea Barzagli alla Juve:

“La sua è una scelta che rispetto, Andrea avrà sicuramente avuto i suoi buoni motivi. Non è che mi ha creato stupore, perché non è andato in un’altra squadra abbandonando la Juventus.

Non so dire se sarà un arrivederci, però in un futuro prossimo lo vedo più come dirigente che come allenatore”.

Carrera ha poi commentato le voci di una possibile cessione di Miralem Pjanic:

“Dovesse partire un giocatore importante, deve arrivarne uno con la stessa qualità o addirittura più forte per sostituirlo.

Per questo dovrà esser brava la dirigenza a trovare il giocatore giusto adatto per il gioco dell’allenatore, ad esempio Jorginho perché già conosce i suoi metodi di lavoro. Ma dipendesse da me, terrei Pjanic”.

Carrera ha concluso con un commento sugli scudetti vinti al fianco dell’allora bianconero Antonio Conte:
Quale è il più bello dei tre campionati vinti al fianco di Antonio Conte, e tutto lo staff, nel ciclo che ancora dura dalle parti di Torino?

Il più bello dei tre scudetti è sicuramente il primo, perché era inaspettato, ma è stato bello anche il terzo per il record di punti. Senza dimenticare ovviamente il secondo, che è stato il titolo della riconferma.

Credo che la partita con il Napoli del primo anno, quella recuperata dall’1-3 al 3-3, abbia dato la vera dimostrazione di forza che possedeva quella squadra.

La sua grande caratteristica era quella di non mollare mai”.