Materazzi in diretta con Vieri: “La Juve arriva sempre in finale e poi perde”. Poi ammette: “Juve ancora superiore all’Inter”

0
6865

Marco Materazzi e Christian Vieri in diretta Instagram hanno dato vita ad una lunga chiacchierata sul calcio, parlando di Inter, e Nazionale ma anche di Juventus.

Vista la mer… che abbiamo mangiato noi negli anni 2000, mi sarebbe piaciuto se tu ci fossi stato nel 2006 ma anche nel 2010, purtroppo però ci siamo separati prima” – le priime parole dell’ex difensore.

“Sono sicuro che saresti stato uno di quelli che nel 2010 avrebbe giocato. Saresti stato meglio di qualche altro che invece c’era”.

Materazzi torna sul 5 maggio: “Io lo dico sempre, non me ne vogliano i tifosi della Juve, ma quello del 5 maggio sarebbe stato lo scudetto più bello, perché inaspettato. Perché arrivavi da degli anni ancora peggiori”.

“Poi piano piano avevamo costruito, erano arrivati tanti giocatori. Poi purtroppo è andata come è andata, merito a chi l’ha vinto e pace per loro. Però era il più bello, eravamo forti, c’erano tanti italiani che non guasta mai. C’erano tanti stranieri ma c’era una colonna vertebrale italiana che fa sempre tanto, non a caso la Juve è così forte perché ci sono stati tanti italiani”.

Restando sempre in tema Juve, Materazzi non disdegna la solita provocazione e stavolta la fa partendo dal triplete:

“Cosa sarebbe successo in caso di tre ko a Siena, in Coppa Italia e a Madrid? Io mi sarei ammazzato. Quando non vinci e arrivi secondo… Lo sai meglio di me. È già difficile arrivarci, la Juve arriva sempre lì e poi perde le finali. Ma è difficile arrivarci. Io ho perso il 5 maggio e qualche finale di Coppa Italia, ci vuole fortuna. La Champions vale due campionati: finisce a dicembre e a febbraio è un’altra cosa”.

Tuttavia l’ex difensore nerazzurro è costretto ad alzare bandiera bianca quando si parla dei rapporti di forza attuali tra Juve e Inter:

L’Inter sta facendo tanto, ma la Juve è ancora superiore. Bisogna dirlo, altrimenti sembriamo quelli che fanno i grossi dietro la tastiera. Loro hanno lavorato bene negli anni, ma sono sicuro che arriveremo anche noi”.

“Quest’anno è mancato qualcosa negli scontri diretti, ma se ricomincia il campionato non è detto niente eh. A porte chiuse poi, è un altro campionato. Vedremo. Poi che vinca il migliore”.