La denuncia del M5S: «La Regione Lombardia ha remato contro i test sierologici. Ecco la testimonianza di un imprenditore!»

0
233

La Regione Lombardia attraverso l’Ats sarebbe addirittura arrivata a minacciare un imprenditore che ha scelto di fare test sierologici ai suoi dipendenti”, hanno fatto sapere i 5Stelle.

In regione Lombardia – racconta il dottor Paolo Collivadino che sta effettuando i test – si è sempre remato contro questi test sierologici, perché si puntava molto sul famoso test sierologico del San Matteo di Pavia, che forse da un punto di vista politico, istituzionale era anche bello pensare che un test italiano fosse migliore dei test cinesi o di altre nazioni, però abbiamo perso tempo. Regione Lombardia ha bloccato la possibilità di testare molte persone”.

Racconta l’imprenditore Paolo Ferraresi, “Il 22 aprile, mi telefonò un dottore dell’Ats, volevano fermare il test: ‘Ma perché li fate? Sapete che state violando la statuto dei lavoratori?’ Il tono non era minaccioso, era mafioso”.

La Procura di Milano nei giorni scorsi ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla scelta di Regione Lombardia di affidare alla Diasorin la sperimentazione dei test sierologici in collaborazione con il San Matteo di Pavia.

Ecco il video:

La Regione Lombardia ha remato contro i test sierologici. Ecco la scioccante testimonianza di un imprenditore!

Ascoltate la sconvolgente testimonianza di un imprenditore a Fanpage.itLa Regione Lombardia attraverso l’Ats sarebbe addirittura arrivata a minacciare un imprenditore che ha scelto di fare test sierologici ai suoi dipendenti.“In regione Lombardia – spiega il dottor Paolo Collivadino che sta effettuando i test – si è sempre remato contro questi test sierologici, perché si puntava molto sul famoso test sierologico del San Matteo di Pavia, che forse da un punto di vista politico, istituzionale era anche bello pensare che un test italiano fosse migliore dei test cinesi o di altre nazioni, però abbiamo perso tempo. Regione Lombardia ha bloccato la possibilità di testare molte persone". Il 22 aprile, racconta l’imprenditore Paolo Ferraresi, ”mi telefono un dottore dell'Ats, volevano fermare il test: 'Ma perché li fate? Sapete che state violando la statuto dei lavoratori?' Il tono non era minaccioso, era mafioso".È di oggi la notizia che la Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla scelta di Regione Lombardia di affidare alla Diasorin la sperimentazione dei test sierologici in collaborazione con il San Matteo di Pavia.

Publiée par MoVimento 5 Stelle sur Mardi 12 mai 2020