Vieri ricorda la sua esperienza alla Juve: “Ero un animale, mi è cambiata la vita là. Eravamo forti”

0
449

L’ex attaccante Christian Vieri, nel corso di una diretta Instagram con Daniele Adani, ha ricordato la sua esperienza alla Juventus, un solo anno che gli ha garantito tre trofei.

Le parole di Vieri:

“Sono arrivato alla Juventus dall’Atalanta, ero un animale, e mi cambia la vita da là.

Abbiamo vinto Scudetto, Coppa Intercontinentale, Supercoppa Europea e abbiamo perso la Champions in finale, che ho giocato da titolare contro il Borussia Dortmund“.

Vieri ha ricordato la semifinale contro l’Ajax:

“Siamo andati lì e li abbiamo spappolati. Prima andavi ad Amsterdam e prendevi delle fiamme.

è stato bravo Lippi. Siamo andati là, loro giocavano con tre dietro, Lippi ci dice: “Loro tre la palla non la giocano mai, perché Zidane, Amoruso e Vieri stanno su di loro. Così devono calciare, la danno a noi e la teniamo sempre noi“.
È successo così. Potevamo fare 25 gol là, segnammo subito io e Amoruso.

Che mentalità che dava Lippi!, ed erano 25 anni fa, quello che poi ha fatto Guardiola. Noi perdevamo palla e andavamo subito a recuperarla.

Torricelli faceva su e gìù 7-800 volte a partita, Di Livio non sbagliava niente. Eravamo forti. Io, Amoruso, Iuliano e Montero eravamo i 4 nuovi arrivati.
E poi c’erano Boksic, Del Piero, Padovano, Zidane, Jugovic, Dimas, Porrini.

Una squadra che d’altronde ha giocato tre finali di Champions League di fila. Una squadra tosta“.