Pavan su Pecoraro: “Un’occasione per mettere in cattiva luce la Juventus o creare un presunto giallo dal nulla”

0
81

Il giornalista Massimo Pavan su tuttojuve.com ha commentato le recenti dichiarazioni dell’ex capo della Procura Federale della FIGC, Giuseppe Pecoraro, che hanno creato molto clamore.

Le parole di Pavan:

“Ci deve essere sempre un’occasione per mettere in cattiva luce la Juventus o creare un caos o un presunto giallo dal nulla.

La Juventus viene ancora una volta messa in mezzo in una situazione paradossale che serve solo ad inasprire gli animi in un momento in cui tutto servirebbe, ma non questo.

L’elemento di discussione viene dalle parole dell’ex capo della Procura Federale della FIGC, Giuseppe Pecoraro che parlando a Il Mattino è tornato sull’arbitraggio di Inter-Juventus del 2018, e l’espulsione di Pjanic:

“È stata la direzione di Orsato di Inter-Juventus che mi ha portato ad avere delle tensioni con il mondo arbitrale. Avevo avuto esposti, sottoscritti, di associazioni, tifosi, organizzazioni sul suo operato e per non sbagliare chiesi ai miei vice se era il caso di aprire o no un procedimento.

Io non credo che avremmo trovato prove di malafede e chiesi all’Aia prima e poi alla Lega, ai soli fini conoscitivi, i dialoghi audio-video tra Var e arbitro di quella partita. Ce li diedero solo a inizio campionato successivo. Ma lì ci fu la sorpresa. Apriamo il file e l’unico episodio in cui non c’è audio registrato era l’unico che ci importava: quello tra Orsato e il Var che aveva portato alla mancata espulsione di Pjanic. Motivo? Mi dissero che non c’era e basta. Sono certo che non ci sia stato dolo, ma ero obbligato a procedere, anche perché dovevo dare delle risposte a quegli esposti. Alla fine ho archiviato. Ed è per questo che c’è bisogno di maggiore trasparenza”.

Le parole dell”ex procuratore hanno creato molto clamore, soprattutto da chi vede sempre e comunque dei fantasmi ovunque, anche dove non c’è bisogno, insomma, le solite polemiche sterili.

Soprattutto perché nell’intervista l’ex procuratore dice poco o nulla, soprattutto quando afferma che non avrebbe trovato prove di malafede e già questo basta e avanza.

Fare illazioni sulla cancellazione di proposito di pezzi di conversazioni è abbastanza fantasioso.

Si parla di fatti che sono molto chiari in una partita che si è evoluta in una certa maniera, sicuramente non a causa degli eventi arbitrali, anzi.

Tirare fuori tali temi in un momento particolare solo per fare polemiche sterili non ha molto senso, è l’ennesimo modo per cercare di mettere in mezzo la Juventus, sempre in maniera non lusinghiera, anzi”.