“Juventibus” non perdona «l’autogol dell’ex procuratore Pecoraro e la malafede dei mass media»

0
25943

Juventibus, il noto portale di fede bianconera, non ha potuto non rispondere attraverso un lungo editoriale alle accuse mosse alla Juventus circa il presunto arbitraggio pilotato in Inter-Juventus del 2018.

Ecco i passaggi dell’editoriale:
Testate giornalistiche e giornalisti […] attraverso i loro siti e profili social rilasciano notizie false, non verificate, a volte accompagnate da commenti assurdi che ne mettono in dubbio la professionalità”, esordisce il portale filo juventino.

[…] L’ultimo, triste, esempio si è avuto oggi con l’intervista rilasciata al Mattino di Napoli dall’ex Procuratore Pecoraro che rilasciava una dichiarazione assurda in merito alla mancata ammonizione di Pjanic, praticamente il Iuliano-Ronaldo del nuovo millennio, in quel Inter Juve del 2017/2018, campionato che lo vedeva ancora ricoprire la carica”, si legge su Juventibus.

Pecoraro dichiara di aver chiesto gli audio tra Orsato, arbitro di quel match, e il VAR e, dopo averli avuti ad inizio della stagione 18/19, visionandoli, si è accorto che mancava proprio l’audio riferito a quell’episodio”.

Qui, a mancare, è la competenza di Pecoraro visto che, per il ruolo che ricopriva, doveva conoscere il regolamento arbitrarle e invece, con queste parole, ha fatto capire che era l’esatto contrario”, ribadisce il noto portale.

Rinfreschiamo la memoria all’ex Procuratore Federale, ricordandogli che il regolamento parla chiaro e dice che il VAR può intervenire per validare o meno un gol, per confermare o meno un calcio di rigore, per segnalare un mancato CARTELLINO ROSSO o scambi di persona in caso di provvedimenti disciplinari. Non esiste che il VAR intervenga per dire all’arbitro che doveva assegnare un secondo cartellino giallo, e per questo l’audio non esiste”.

E ancora, leggiamo: “Era sufficiente quindi leggere il regolamento per capire l’errore gravissimo del Sig.Pecoraro, cosa che ha fatto un giornalista super schierato come Raffaele Auriemma che, tramite il suo profilo social, definisce un clamoroso autogoal quello dell’ex Procuratore”.

Poi la bacchettata ai mass media: “Invece alcune testate sportive come il Corriere dello Sport o SportMediaset, per qualche like in più, hanno preferito riportare l’incompetenza e la malafede di Pecoraro, piuttosto che verificare le dichiarazioni e smentire, come dovrebbe fare sempre chi informa e ha la responsabilità di dire la verità”.

Leggi l’articolo completo su Juventibus.com