Marcello Chirico: “Lotito ora vuole lo spareggio scudetto. Da parte di Federazione e stampa sportiva silenzio assoluto”

0
806

Ennesimo articolo di Marcello Chirico volto a sconfessare le teorie del presidente della Lazio Claudio Lotito secondo il quale lo scudetto va assegnato con una gara secca tra Lazio e Juventus. In una sorta di spareggio.

Chi lo ha stabilito? Ovviamente, nessuno. È soltanto l’ultima sparata di Claudio Lotito, tornato a parlare dopo settimane di silenzio, durante le quali è stato però rimpiazzato alla grande dal proprio portavoce Diaconale”.

Il giornalista di fede bianconera ripercorre le tappe dell’escalation mediatica di Lotito volta a far riaprire il campionato a tutti i costi:

Il giornalista prova a immaginare il pensiero del patron della Lazio: “Quindi, la formula per chiudere questo campionato. Giocarle tutte? Mmmm…meglio di no, «ci penalizzerebbe. Avevamo sacrificato l’Europa League, così avremmo giocato una volta a settimana mentre le altre squadre due. Se si rigiocasse, perderemmo questo vantaggio».

E allora, che si fa? Play-off? Neanche per idea: «Per equità, Inter a -8 e Atalanta a -14 sarebbe giusto coinvolgerle?». E poi, «io sono ad un punto dalla Juve, solo perché gli han fatto giocare Juve-Inter…vabbè, l’avete vista. E noi la Juve l’abbiamo già battuta 2 volte».

“Non resta che disputare una partita secca tra Juve e Lazio. Magari all’Olimpico, anche se il calendario prevederebbe la gara di ritorno a Torino. Decide Lotitus Dominus”.

“Tutto questo bel potpourri di dichiarazioni, nel silenzio generale. Non un solo commento da parte di Federazione e stampa sportiva. Magari qualcuno si è lasciato pure andare a qualche risata, quando da ridere ci sarebbe proprio poco”, scrive il giornalista.

E ancora: “Chiedo al presidente Gravina e a tutti gli esimi colleghi: vi sembra normale che il presidente di una società di Serie A, quotata pure in Borsa, possa dichiarare, pubblicamente e come se fosse una cosa normale, di aver deciso di far uscire la propria squadra da una competizione internazionale per trarne vantaggio in campionato? L’etica sportiva è stata definitivamente abolita? E poi, agli azionisti della Lazio, grandi o piccoli che siano, ha fatto piacere venire a conoscenza di una scelta del genere da parte del proprio club?”.

Chirico ricorda infine che “Lotito ha avanzato dubbi pure sull’ultimo derby d’Italia, ventilando l’ipotesi sia stata fatta giocare solo con lo scopo di far tornare la Juve in testa alla classifica (ps: la Lazio era in testa grazie ad una partita in più). Non solo: quel “vabbè, l’avete vista” sembra quasi sottintendere non sia stata una gara regolare. Col benestare dell’Inter? Con tutta la rivalità in essere tra i due club? Assurdo”. 

Infine, la partita secca. Come se Lazio e Juve si trovassero a pari punti in classifica, e quel punto di vantaggio dei bianconeri non contasse, perché la Lazio ha già vinto 2 scontri diretti contro di loro”, scrive Chirico.