spot_img
spot_img
sabato, Giugno 15, 2024

Coronavirus, la virologa Ilaria Capua: «Non si può escludere che domani i bambini potrebbero diventarne vittime, bisognerà prepararci»

spot_imgspot_img

La virologa Ilaria Capua, direttrice della One Health Center of Excellence dell’Università della Florida, ha rilasciato alcune dichiarazioni a DiMartedì.

Tra tutte spicca questa: “Non possiamo però escludere che domani i bambini potrebbero diventare vittime di questa malattia, anzi credo che bisognerà prepararci”.

I bambini – ha detto la Capua –  per nostra fortuna sono risparmiati. Non è detto che un virus sconosciuto risparmi determinate categorie. Ringrazio il caso o madre natura che ci ha mandato un virus che non uccide i bambini, perché poteva essere così. Questo virus passa nei bambini senza farsi vedere, a meno che non ci siano altri problemi”, ha aggiunto l’esperta.

Bambini che hanno altre comorbidità possono sviluppare una forma più sintomatica, ma per fortuna ad oggi questo virus accarezza i bambini. Non possiamo però escludere che domani potrebbero diventare vittime di questa malattia, anzi credo che bisognerà prepararci”, ha spiegato Capua.

La virologa ha poi affermato che questa è una situazione molto complessa che è anche diversa nelle diverse Regioni italiane, a mio avviso la mediazione non può essere politica ma è in mano alle persone: non c’è governo che possa dare la soluzione al problema”.

E ancora: Noi sappiamo quali sono gli strumenti che abbiamo a disposizione per combattere il Covid, sappiamo che ci sono pratiche che funzionano e sono l’igiene e il distanziamento sociale”.

Infine ha detto la virologa: “Se dovessimo cadere in una situazione drammatica come quella che si è verificata in Lombardia sarà molto più difficile ripartire. Quindi da un lato cautela e dall’altro studio del fenomeno e capire che alcuni soggetti come giovani e persone sotto i 60 anni sono meno a rischio, e le donne hanno un rischio minore di sviluppare la forma grave. Bisogna che siano le persone a diventare soluzione e non problema”.

- Advertisement -