Moggi: “Ad onor del vero…”. Ecco come nel 1994 ha ricostruito la Juventus

0
483

Con un post pubblicato su Facebook, Luciano Moggi ripercorre le tappe della sua avventura alla Juventus sino dal 1994, anno in cui l’ex dirigente bianconero è approdato alla corte della Vecchia Signora:

Il momento era critico perché la squadra, sotto la dirigenza di Giampiero Boniperti, non vinceva da ben 9 anni ed aveva un passivo con la casa madre, restituito regolarmente durante la nostra gestione”, ricorda Moggi.

Per farla diventare vincente cambiammo quasi tutto, senza nulla chiedere all’azionista. Lippi allenatore, poi Ancelotti, infine Fabio Capello: il meglio che c’erano in Italia”.

“Furono acquistati Buffon,Thuram, Trezeguet, Emerson, Ibrahimovic, Cannavaro, Ferrara, Zambrotta, Davids, Zidane, Inzaghi, Iuliano, Vieira, Montero, Camoranesi, Chiellini, Nedved, Mutu. Oltre a promuovere alcuni giovani alla prima squadra: Criscito, Marchisio e Giovinco” .

Arrivammo alla Juve nell’anno in cui Del Piero era stato ceduto dalla vecchia gestione Boniperti al Parma di Tanzi. Cercammo di recuperarlo e per far questo dovetti andare a New York dove era in ritiro la nazionale italiana, di cui Del Piero faceva parte, in attesa del mondiale”.

“E dopo 10 lunghi giorni di trattative riuscii a convincere Tanzi a ridarmi DePiero in cambio di Dino Baggio. Fu così che recuperammo in extremis Alessandro”.

E ancora: “Nel 2006 la nazionale Italiana vinse a Berlino il titolo Mondiale contro la Francia. Nell’Italia giocavano gli juventini Buffon, Cannavaro, Zambrotta, Camoranesi, Chiellini e Del Piero, allenatore Lippi, massaggiatore Esposito”.

Nella Francia trovavano posto Zidane, Thuram, Vieira e Trezeguet anche loro juventini. Ben 10 giocatori bianconeri, più un allenatore e un massaggiatore a contendersi il titolo a fazioni contrapposte. Che Juventus, quella, un vanto per il calcio Italiano”