La compagna di Buffon, Ilaria D’Amico: “Quando smetterà Gigi? Andrò in pensione prima io”

0
199

La giornalista Ilaria D’Amico, compagna del portiere della Juventus, Gigi Buffon, nel corso di un’intervista in esclusiva a TuttoSport, ha parlato anche del periodo di grande preoccupazione per via dell’emergenza coronavirus, a seguito della notizia della positività di Rugani, e a seguire di Matuidi e Dybala.

Le parole di Ilaria D’Amico:

“Ci siamo spaventati, anche perché Gigi per carattere è uno affettuoso, sempre dietro ad abbracciare i compagni. Quando si ripartirà dovrà trattenersi, ma è bravo a rispettare le regole.

Ci siamo un pochino suggestionati, ci sentivamo un po’ strani, febbricitanti. Fino al risultato dei tamponi, negativi per tutti e due, Gigi è stato in isolamento in camera da letto per proteggere i bambini. Gli allungavo pranzo e cena alla porta e io dormivo in un’altra stanza.

Abbiamo trascorso tre giorni in apprensione, probabilmente era più suggestione, poi dopo i test abbiamo tirato un sospiro di sollievo e ci siamo riuniti“.

La giornalista ha poi aggiunto:

Due mesi sempre insieme e quasi sempre con tutti e quattro i bambini non li abbiamo mai fatti nemmeno in vacanza.
Per coinvolgere i bambini e occupare il tempo ci siamo buttati su torte, muffin, merende varie.

Gigi è molto più utile come organizzatore di tornei sportivi. Avere un giardino è una grandissima fortuna.

Quando giocano, in porta vuole stare sempre il più piccolo, Leopoldo, ha 4 anni ed è fissato per il ruolo del portiere. Gli arrivano le pallonate dei fratelli, ma non molla e ribatte: ‘Tanto io non piango‘. Erede di papà? Da madre spero che nessuno faccia il portiere. È un ruolo in cui le partite non finiscono mai, soffro da matti quando vedo Gigi giocare”.

Su come si possa tenere separata la vita professionale e personale, la giornalista ha commentato:

“Parliamo di tutto, però da quando sei anni fa ci siamo messi assieme abbiamo una regola sacra e a Sky la conosciamo benissimo: in trasmissione utilizzo quanto so come giornalista o attraverso i nostri bravissimi inviati, non il privato. Per fare un esempio: la formazione non la so mai prima“.

Sul rinnovo di Buffon con la Juve, Ilaria D’amico ha risposto:

“Quando rinnova… forse andrò prima in pensione io di quando smetterà Gigi“.

Ilaria D’Amico ha poi commentato la decisione dei calciatori della Juventus, di ridurre gli stipendi:

“Gigi ne ha parlato tanto al telefono, in quei 2-3 giorni. Lui, Chiellini e Bonucci mi sono sembrati subito in sintonia e ben attrezzati anche dal punto di vista pratico.

Li ho sentiti spesso ripetere la stessa frase: ‘Dobbiamo metterci nei panni della Juve‘. Hanno capito immediatamente l’esigenza del club e assieme a loro tutti i compagni.

In questo la Juve è stata bravissima: riesce a far sentire i propri giocatori parte di un ingranaggio, di una grande storia. Per loro la Juventus è una seconda pelle.

Si sentono partecipi del club nella buona e nella cattiva sorte. E sulla base di questo sono pronti a raccogliere tutti gli onori, ma anche a fare sacrifici“.