Coronavirus, caos Inter. Il virologo Pregliasco: “Un test per scoprire gli anticorpi dirà la verità”

0
60258

«Abbiamo avuto una settimana libera a dicembre. Siamo tornati e giuro che 23 giocatori su 25 erano malati».

«Non è uno scherzo. Abbiamo giocato in casa contro il Cagliari e dopo 25 minuti uno dei nostri difensori (Skriniar, ndc) ha dovuto lasciare il campo. Non poteva andare avanti e quasi svenne. Tutti tossivano e avevano la febbre».

È il racconto shock Romelu Lukaku in diretta su Instagram dell’attaccante dell’Inter.

Ma c’è dell’altro nel racconto dell’attaccante nerazzurro: «Quando mi sono riscaldato, sono diventato molto più caldo del solito. Non prendevo la febbre da anni. Dopo la partita c’è stata un’altra cena con gli ospiti di Puma in programma, ma ho ringraziato e sono andato dritto a letto. Se ho avuto il Covid? Non siamo mai stati testati per il virus in quel momento, quindi non lo sapremo mai con certezza», prosegue l’attaccante della nazionale belga.

In merito alla questione si è espresso il virologo Fabrizio Pregliasco,
«Difficile pensare che su 23 calciatori malati nessun caso sia diventato grave, come ci si potrebbe aspettare in un atleta sotto stress fisico e che tra spogliatoio e cene insieme è ad alto rischio contagio […] » E ancora aggiunge l’esperto «un test per scoprire gli anticorpi dirà la verità».